Referendum Costituzionale, Sondaggi Clandestini del 4 dicembre 2016

referendum-costituzionale

La premessa è d’obbligo: l’unico risultato attendibile dell’esito del referendum costituzionale sarà quello degli spogli. La legge 28 del 2000, infatti, pone il divieto di pubblicare sondaggi nei 15 giorni che precedono le elezioni, anche se nel web comincia già ad impazzare un metodo alternativo: i sondaggi clandestini.

Uno dei sondaggi che negli ultimi giorni comincia a diffondersi con maggiore frequenza è quello relativo ai cosiddetti “cardinali” che devono votare le modifiche alla Legge Fondamentale dello Stato Vaticano. Si tratta evidentemente di un tentativo volto a camuffare i risultati relativi al referendum, anche se l’attendibilità rimane quantomeno dubbia. Al momento sembrano essere in vantaggio i cardinali contrari alla modifica della legge, ispirati a San Norberto.

referendum-costituzionale-2016

E’ facile immaginare il motivo per cui la diffusione dei sondaggi rimane vietata nel periodo antecedente gli spogli. Soprattutto in occasione del referendum costituzionale, infatti, il numero di indecisi risulta essere particolarmente alto. La diffusione di sondaggi e risultati potrebbe dunque avere un effetto negativo, finendo con l’influenzare il voto di chi non ha le idee ben chiare.

Referendum 4 dicembre 2016 Sondaggi Clandestini: cosa sono?

Scritto da Angelo Damiano

Nato in provincia di Avellino nel 1992, appassionato di politica, segue con grande interesse le notizie di cronaca della città di Napoli e spera un giorno di poter trasformare le sue passioni in lavoro. Disinteressato studente di Scienze Politiche, maniacale cultore di football manager. Per scambiare quattro chiacchiere virtuali contattare ore pasti angelodamiano92@gmail.com