Ricky Tognazzi Compleanno: oggi sono 62 anni

ricky-tognazzi

Oggi è un giorno speciale per Ricky Tognazzi, noto attore e regista italiano, che festeggia il suo sessantaduesimo compleanno. Nel corso della sua fortunata carriera ha recitato e diretto numerose pellicole cinematografiche e serie televisive, vincendo ben quattro David di Donatello su otto nomination. Vi proponiamo di seguito una breve biografia, che ripercorre i momenti più importanti della sua vita professionale.

RICKY TOGNAZZI: LA BIOGRAFIA

Nato a Milano il 1 maggio del 1955, Riccardo Tognazzi è figlio d’arte dall’unione del padre Ugo Tognazzi e della madre Pat O’Hara. Frequenta sin da bambino i set cinematografici, appassionandosi alla recitazione. Dopo aver studiato in Gran Bretagna e al DAMS di Bologna, inizia a lavorare come aiuto regista con maestri come Pupi Avati, Maurizio Ponzi  e Luigi Comencini, per poi debuttare come regista nell’87 con il film “Fernanda”, un episodio della celebre serie televisiva “Piazza Navona” ideata da Ettore Scola. Tra le pellicole da lui dirette, ricordiamo anche: “Piccoli equivoci”, “La scorta”, “Ultrà”, “Vite strozzate”, “Canone inverso”, “Il Papa buono”, “Il padre e lo straniero”, “Mia madre”, “Io no”, “Tutta colpa della musica”, “L’assalto”, “Il caso Enzo Tortora – Dove eravamo rimasti?”, “Pietro Mennea – La freccia del Sud” e “Boris Giuliano – Un poliziotto a Palermo”.

RICKY TOGNAZZI: I SUCCESSI CINEMATOGRAFICI

Come attore, invece, ha recitato in diversi film, tra cui: “Arrivano i bersaglieri”, “La tragedia di un uomo ridicolo”, “Qualcosa di biondo”, “Son contento”, “Colpo di fulmine”, “Fatto su misura”, “I pompieri”, “La famiglia”, “Parole e baci”, “Arrivederci e grazie”, “Tempo di uccidere”, “Una storia semplice”, “Camere da letto”, “Il cielo in una stanza”, “Commedia sexy”, “Il giorno più bello della mia vita”, “I giorni dell’amore e dell’odio”, “Alla fine della notte”, “In questi mondo di ladri”, “Ricomincio da me”, “Tutte le donne della mia vita”, “L’ultimo cordino” e “Ci vediamo domani”.

Scritto da Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica e spettatore interessato di tutto ciò che è intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.