Riforma Pensioni 2017 News: Ultime Notizie (10 Marzo 2017)

pensioni-vecchiaia

Le news in materia riforma pensioni tengono banco anche oggi 10 marzo 2017. Le ultime notizie sulla riforma pensioni riguardano le possibilità di accedere all’Ape Sociale e a Quota 41 da parte di chi ha un lavoro a tempo determinato, ma non solo perché resta invariata la lotta dei lavoratori precoci nel vedere riconosciuti i propri diritti maturati nel tempo.

APE SOCIALE E QUOTA 41: CHI PUO’ ACCEDERVI?

Novità importanti ci sono in tema di riforma pensioni per due grosse novità anticipatorie dell’andata via dal lavoro. Infatti viene data un’interpretazione più allargata per coloro che possono accedere all’Ape Sociale e a Quota 41 visto che nella Legge di Stabilità è stato precisato che delle misure ne possono usufruire anche chi ha un lavoro a tempo determinato. “Tutti i lavoratori che hanno goduto dell’Aspi o della Naspi o qualsivoglia ammortizzatore sociale, possono accedere alla Quota 41 o all’Ape Sociale anche in presenza di lavori a tempo determinato”, ha puntualizzato Roberto Occhiodoro sulla pagina Facebook “Lavoratori precoci a tutela dei propri diritti”.

LAVORATORI PRECOCI E QUOTA 41

Se i lavoratori precoci sono sempre sul piede di guerra per cercare di raggiunge la fatidica Quota 41 per andare in pensione, ecco che esce fuori un’altra notizia che potrebbe far sì che chi lotta possa andare in deroga alla legge e agganciarsi alla pensione anticipata. Come? Mantenendo fede a una serie di impegni presi. Infatti quando i lavoratori precoci hanno incontrato Marco Leonardi, consigliere economico di Palazzo Chigi, lo stesso ha assicurato che se non ci fosse stata una chiusura anticipata della legislatura sarebbero state preso a carico dal Governo le lagnanze dei lavoratori precoci. Ora dopo che anche Matteo Renzi ha pigiato sul tasto delle non elezioni subito i lavoratori precoci possono passare all’incasso della promessa e così finalmente mettere la parola fine su una situazione di disagio che dura da troppo tempo.

pensioni-news

NIENTE CUMULO GRATUITO PERI PRECOCI?

Dall’altra parte però i lavoratori precoci potrebbero avere una brutta notizia visto che nonostante sia stato tanto decantato il cumulo gratuito dei contributi proprio i precoci, seguendo il dettato normativo ne potrebbero restare esclusi. Come per esempio non ne possono usufruire coloro che hanno fatto domanda per l’Ottava Salvaguardia degli esodati o per accedere a Opzione Donna.

Scritto da Nicola Salati

Scrivere una passione che poi è diventato un vero e proprio mestiere. Dal 2008 giornalista professionista cerco di raccontare quello che succede nel locale per poi spaziare nel globale, ma sempre considerando i punti fermi che deve avere un abile cronista: mai distaccarsi dalla realtà dei fatti ed essere puntuale e preciso evitando interpretazioni e opinioni.