Riforma Pensioni 2017, incontro Governo-Sindacati: domani Decreti Attuativi

pensioni-vecchiaia

Saranno i decreti attuativi per la Riforma Pensioni 2017 a essere i protagonisti dell’incontro tra Governo e Sindacati che si terrà domani 1 marzo. Così come anticipato al termine dell’incontro dello scorso 21 febbraio ci si rivede seduti allo stesso tavolo per dare il via libera a una Riforma che tarda ad arrivare.

Infatti nonostante i tempi serrati che ha imposto al dialogo il ministro Poletti dopo i tanti scontri attraverso i mass media con i sindacati, si vocifera che la prima decisione che potrebbe essere presa domani sarà quella di far slittare la compilazione dei decreti attuativi a metà marzo visto che il tempo sarebbe davvero pochissimo perché una prima scadenza era stata fissata al 2 marzo. Comunque si dovrà discutere nel merito soprattutto per quanto riguarda l’Ape e il prestito che viene fatto a quei lavoratori per accompagnarli alla pensione di vecchiaia. Un prestito che può essere di 1 o 2 anni e che poi deve essere ridato indietro agli Istituti di credito che lo hanno erogato: ma in quali percentuali? E’ questo il nodo della questione che si va a estendere anche alla cosiddetta Ape Aziendale dove saranno le aziende che dovranno pagare il prestito ai lavoratori che vogliono mandare a casa.

QUESTIONE LAVORATORI PRECOCI SUL TAVOLO GOVERNO-SINDACATI

Fuori dal palazzo però aspetteranno risposte concrete anche i lavoratori precoci. La loro questione è basata principalmente su due richieste: la prima il requisito che è stato introdotto per accedere alla qualifica di lavoratore precoce e che prevede il pagamento di un anno di contribuzione prima del compimento del 19esimo anno di età. Una questione che verrà dibattuta sul tavolo di incontro e che potrebbe rallentare l’adozione dei decreti attuativi che il ministro Poletti vuole al più presto mettere nero su bianco proprio per addivenire a una conclusione e continuare la discussione su altri punti nevralgici.

riforma-pensioni-2017-incontro-governo-sindacati

IL CALENDARIO DEL CONFRONTO GOVERNO-SINDACATI

Infatti il confronto Governo-Sindacati non si esaurirà di certo domani perché è stato stilato un calendario denso di incontri. Dopo quello di domani, 1 marzo, in programma c’è poi quello del 9 marzo che avrà al centro della discussione gli ammortizzatori sociali, le politiche attive del lavoro e il ruolo dell’Anpal. Infine il programma slitta al 23 marzo quando  sarà la volta della fase due sulla previdenza, quella che focalizzerà il lavoro sulle future pensioni dei giovani.

Scritto da Nicola Salati

Scrivere una passione che poi è diventato un vero e proprio mestiere. Dal 2008 giornalista professionista cerco di raccontare quello che succede nel locale per poi spaziare nel globale, ma sempre considerando i punti fermi che deve avere un abile cronista: mai distaccarsi dalla realtà dei fatti ed essere puntuale e preciso evitando interpretazioni e opinioni.

Cosa ne pensi?

0 punti
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%