Roma, Madre tenta di uccidere la figlia di 3 anni

ospedale-bambino-gesu-roma

Arrestata una donna di 29 anni. Ha tentato per due volte di uccidere la figlia di 3 anni, mentre era ricoverata all’Ospedale Bambino Gesù di Roma.

Una storia incredibile, che vede come protagonista una donna, madre di tre bambine, che per due volte ha tentato di uccidere la più grande somministrandole delle benzodiazepine nel biberon. La piccola, di soli 3 anni, era ricoverata presso il Bambino Gesù per problemi fisici, e ha avuto per ben due volte, il 4 e il 19 dicembre scorsi, degli improvvisi arresti cardio respiratori superati soltanto grazie al tempestivo intervento dei medici e degli infermieri.

Poiché si era trattato di episodi ingiustificati, la direzione locale dell’ospedale ha segnalato l’accaduto alla Procura di Roma, mandando anche i referti. Dopo le dovute ricerche, è scattato per la donna la sospensione della patria potestà, col divieto di avvicinarsi alla piccola ricoverata, ma nemmeno alle altre due bambine, che intanto sono state affidate ai servizio sociali. Ora per la donna è scattato l’arresto.

macchina-carabinieri

Da quanto emerso dalle indagini, pare che la donna, in crisi per il suo matrimonio andato male, avesse tentato di uccidere la figlia per richiamare l’attenzione del marito. Il sospetto è che la donna abbia provato ad uccidere anche un’altra delle sue figlie, utilizzando lo stesso metodo, le benzodiazepine nel biberon, senza per fortuna riuscirci.