Sindrome TMAU da “pesce marcio”: cos’è e da cosa è causata (VIDEO)

Che cos’è la TMAU ovvero la sindrome da “puzza di pesce marcio”? Ecco tutti i casi conosciuti, i motivi e da cosa è causata con il video di alcuni servizi.

tmau cos'è

Nella puntata del 7 Aprile del programma televisivo Le Iene è stato mostrato un caso della sindrome TMAU, ovvero una malattia che conferisce un cattivo odore corporeo, a prescindere dalla propria attitudine all’igiene personale. Molti hanno definito l’odore emanato dalle persone affette da TMAU come “pesce marcio”. Il caso segnalato da Le Iene è molto interessante in quanto, nonostante questa malattia sia ben conosciuta ed esistano rimedi che possano alleviare le sofferenze psico-sociali del paziente, in Italia non è ben conosciuta e poco se ne parla.

Secondo Wikipedia il primo caso diagnosticato risalirebbe al 1970 ma la TMAU sembra una malattia molto più antica che ha accompagnato l’uomo durante la sua storia. Riferimenti letterari alla “puzza di pesce” arrivano da Shakespeare nel Rinascimento e dal romanzo epico Mahābhārata del 400 d.C.

Di questa malattia se ne sono occupati molti programmi televisivi scientifici e para-scientifici come Malattie Imbarazzanti su Real Time, il video è riproposto qui. Ecco però quali sono le cause di questa malattia che può causare molti problemi a chi ne è affetto.

Sindrome TMAU: Da cosa è causata

Può essere ereditata con modalità autosomica recessiva oppure essere acquisita, quindi può essere anche ereditaria e uno studio inglese ha riconosciuto la frequenza all’1%. La sindrome è così definibile:

Una rara malattia metabolica che provoca un difetto nella normale produzione dell’enzima flavina monoossigenasi (abbreviazione inglese FMO3, flavin containing monooxygenase 3, monoossigenasi contenente flavina 3). Qualora l’FMO3 non funzioni correttamente, o semplicemente non viene prodotta una quantità sufficiente di enzima, il corpo perde la sua capacità di degradare la trimetilammina (TMA) presente nella dieta, nella trimetilammina-N-ossido (TMAO) attraverso il processo noto come N-ossigenazione. In questa evenienza la trimetilammina si accumula nell’organismo e viene rilasciata attraverso la sudorazione, l’urina e il respiro, dando al soggetto affetto dal disturbo un forte odore di pesce emanante dal corpo.

Questa sindrome causa molti problemi a livello psicologico e sociale in quanto, secondo alcuni studi, chi ne è affetto tende a isolarsi, a non frequentare la scuola e circoli sociali portando a casi di auto-reclusione e di grave depressione. Una corretta informazione su questa malattia, quindi, potrebbe salvare diverse persone da stati di forte disagio psicologico.

LA RAGAZZA CHE ODORA DI PESCE – STASERA A "LE IENE"

STASERA A LE IENE DALLE 21.10 SU ITALIA1"Il mio ex finalmente trovò il coraggio di dirmi: puzzi di pesce". Giovanna Nina Palmieri racconta la storia di Erica e della sua rarissima sindrome (clicca sul link per l'articolo ➡️ https://bit.ly/2G4cu5P)

Gepostet von Le Iene am Sonntag, 7. April 2019

alberto_angela_Anni

Buon Compleanno Alberto Angela: oggi compie 57 anni

er_faina_iene

Chi è Er Faina, vittima scherzo de Le Iene (VIDEO)