sparatoria_sinagoga_halle

Sparatoria in sinagoga ad Halle: due morti, un arresto (VIDEO)

Una sparatoria è avvenuta nei pressi di una sinagoga nel quartiere Paulus ad Halle, nell’est della Germania. Il bilancio momentaneo parla di due persone morte e altre rimaste ferite nel grave attentato. Un uomo è stato arrestato, mentre altre due persone sarebbero in fuga. Uno store di ‘doner kebab’ è stato preso di mira dagli attentatori, che hanno ucciso un “uomo”. Intanto la stazione ferroviaria di Halle è stata chiusa.

La sinagoga e il fast food kebab distano 500 metri l’una dall’altra. Lo riferisce l’inviato dell’emittente N-Tv precisando che contiguo alla sinagoga è il cimitero ebraico dove, secondo il sito del quotidiano Bild, sarebbe stata lanciata “una bomba a mano”. Dettaglio da chiarire, visto che altri grandi media non hanno né confermato né rigettato la versione.

Un uomo è entrato nel locale, ha lanciato qualcosa come una bomba a mano, che non è esplosa ed ha aperto il fuoco con un fucile automatico, l’uomo dietro a me deve essere rimasto ucciso, io mi sono nascosto nel bagno”.

Inoltre gli assalitori avrebbero attaccato la sinagoga e cercato di fare irruzione, scrive il sito del settimanale Der Spiegel, riportando  le dichiarazioni del presidente della Comunità ebraica di Halle, Max Privorotzki. “Al momento ci sono tra le 70 e le 80 persone nella sinagoga”.

La sparatoria

Gli autori della sparatoria, secondo le prime ricostruzioni, indossavano tute mimetiche militari ed erano muniti di diverse armi. Alcuni testimoni, cita la Bbc, avrebbero parlato di un aggressore vestito di “verde” che indossava un “elmetto” e una “maschera”, e ha sparato contro un negozio con un “mitra”, spiega invece un altro testimone all’emittente tedesca di notizie N-Tv. La Bild aggiunge che un aggressore ha usato armi, sia corte, quindi pistole, che lunghe.

In più, una granata ha raggiunto un cimitero ebraico adiacente la sinagoga ma, afferma un testimone, l’obiettivo era altro: infatti l’ordigno ha colpito il cimitero solo dopo aver sbattuto sulla porta del negozio di Kebab, dove era diretto.

Sparatoria a Landsberg

Un portavoce della polizia citato dalla tedesca Bild ha riferito di altri spari esplosi a 15 km di distanza, precisamente a Landsberg. Nel frattempo sono state incrementate le misure di sicurezza attorno alla sinagoga e al cimitero ebraico.

 

Palermitana d'origine, amo scrivere di tutto e osservare la realtà a 360 gradi.

ergastolo_ostativo_italia

Ergastolo Ostativo in Italia: cosa è e a chi viene applicato

chi_è_beppe_bigazzi

Chi è Beppe Bigazzi, volto storico de La prova del cuoco