Film Festival Torino, vince The Donor

the-donor-film

E’ il film cinese The Donor a trionfare nell’edizione 2016 del Torino Film Festival: ecco il racconto dell’ultima giornata del festival cinematografico torinese che ha premiato la pellicola di Qiwu Zang.

Giorno di recuperi e giorno di premi. Arrivo di corsa alla prima proiezione delle 9.45, che è quella di Godless di Ralitza Petrova, film bulgaro vincitore del Pardo d’oro al Festival di Locarno. Un’opera prima magnetica nonostante la lentezza, molto coerente con i suoi presupposti.

Uscito dalla proiezione di Godless ho giusto un minuto per entrare nella sala di Bleed for This di Ben Younger, buon biopic sulla coraggiosa storia del pugile Vinny Paz. Il terzo film del giorno è Daguérrotype (The Woman in the Silver Plate) di Kiyoshi Kurosawa, un criptico film con “il profeta” Tahar Rahim. Pur non completamente convincente, non lascia indifferenti a livello emotivo. La sera riesco a recuperare solo Rester Vertical (Staying Vertical) di Alain Guiraudie, che è ufficialmente il mio 45esimo (ebbene sì) e ultimo film visto al Festival, film già molto apprezzato a Cannes.

torino-film-festival

E intanto il Festival è giunto ormai alla fine e la giuria presieduta da Edward Lachman ha fatto le sue scelte. E la scelta sul “miglior film” è ricaduta su quello che è effettivamente il miglior film in concorso, il cinese The Donor di Qiwu Zang, che giustamente porta a casa anche il premio per la “migliore sceneggiatura”. La giuria lo definisce un film così meravigliosamente penetrante e così poetico nella narrazione, nella performance, nella comprensione del mondo in cui proviamo a vivere.

Premio della Giuria al geniale nudismo di Los decentes di Lukas Valenta Rinner, altro film da me molto amato. Migliore attrice a Rebecca Hall per la sua interpretazione della giornalista suicida Christine Chubbuck nel film di Antonio Campos Christine. La sorpresa è il premio per il “migliore attore” che va al giovane Nicolás Durán, protagonista del cileno Jesús di Fernando Guzzoni. Restano fuori dal Palmares Lady Macbeth, Les derniers parisiens e La mécanique de l’ombre, film da me molto apprezzati. Ma il primo riceve il Premio Holden per la sceneggiatura e il secondo il Premio Fipresci.

Torino Film Festival 2016: penultimo giorno con Film trash