Usa: ferito un poliziotto all’aeroporto di Flint

Abusi Sessuali Nazionale

Ancora un episodio desta preoccupazione nel mondo: un poliziotto americano è stato ferito nell’aeroporto di Flint in Michigan da un assalitore non ancora identificato. Facile immaginare come si sia rapidamente diffuso il panico tra le persone e, di fatti, la scalo è stato chiuso per precauzione, anche se nessun pericolo straordinario si registra.

Poliziotto ferito alla gola

Secondo quanto si apprende, l’agente di polizia statunitense è stato ferito alla gola con un arma da taglio. Ad annunciare l’avvenimento è stata la pagina Facebook dell’aeroporto attraverso un post che rassicurava sulle condizioni di tutti i passeggeri e che annunciava la chiusura a scopo precauzionale dello scalo.

Poliziotto ferito: c’è un arresto?

La notizia ovviamente è stata rilanciata da innumerevoli mezzi di informazione americani i quali stanno dando tante notizie, una delle quali afferma che ci sarebbe già stato un arresto legato a questa vicenda. Gli Stati Uniti non sono nuovi a fenomeni di violenza, ma stavolta non è stata un’arma da fuoco lo strumento di violenza ma un coltello che fa presagire cose non buone. Il panico in giro per il mondo continua e, per non creare inutili allarmismi, aspetteremo notizie dotate del crisma dell’ufficialità prima di giungere a conclusioni che potrebbero essere errate.

Nato ad Aversa (CE) il 22 agosto 1994 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista, collaboro con i siti di Content Lab dal 2015 occupandomi di sport, politica e altro.

SilviaSalemi

Silvia Salemi: “Il mio ritorno alla musica onesto e sincero”, l’intervista

englaro

Morte Eluana Englaro: la Lombardia dovrà risarcire il padre