Pesante attacco da parte degli hacker russi contro gli Usa: oggi è stata infatti violata la rete elettrica dello stato del Vermont. L’attacco non ha causato problemi all’erogazione del servizio elettrico nello territorio di questo stato, ma ha mostrato tutte le falle americane nel campo della sicurezza cibernetica.

Un codice associato agli hacker russi chiamato “Grizzly Steppe” durante l’amministrazione di Barack Obama è stato scovato all’interno del sistema informatico di un fornitore di energia del Vermont.

usa-hacker-russi

L’autorevole Washington Post rivela che, anche se “non è stato utilizzato attivamente per interrompere le operazioni del fornitore, la penetrazione della rete nazionale è importante perché rappresenta una potenzialmente grave vulnerabilità”. Non si sa ancora a cosa mirino i pirati informatici russi (potrebbe trattarsi di un test di fattibilità), ma gli Usa devono mantenere alta la soglia dell’attenzione e intensificare la sicurezza interna, che tralaltro è uno dei pallini del neo presidente Donald Trump.