Le ultime notizie su Amnistia e Indulto e sulle condizioni di vita dei detenuti nelle Carceri italiane. Ancora morti tragiche tra i detenuti, una nel carcere di Novara, l’altro a Velletri.

Si torna a parlare della tragica morte di un detenuto nel carcere di Novara a causa di un ictus. Secondo quanto confermato qualche giorno fa da “La Stampa”, la sorella dell’uomo ha sporto denuncia al penitenziario per via dei ritardi del trasferimento verso l’ospedale, dove l’uomo avrebbe avuto l’opportunità di vedersi salvata la vita. Pare sia stata dunque disposta una proroga delle indagini sulla morte dell’uomo.

Altra tragedia, secondo quanto riportato dal sito castellinews, un ragazzo di 19 anni, originario del Bangladesh si è impiccato nella sua cella del carcere di Velletri, togliendosi la vita. Il ragazzo si era costruito da solo la corda, usando le lenzuona del letto legate tra loro. I poliziotti dell’ Ugl Polizia Penitenziaria Carmine Olanda e Ciro Borrelli, dopo il tragico avvenimento, hanno chiesto al Ministero lo sblocco dei concorsi, in modo da avere al più presto personale qualificato più numeroso.

carcere-amnistia-indulto

Tra i principali problemi delle carceri italiane infatti, accanto al Sovraffollamento è proprio la carenza di personale penitenziario, come guardie, istruttori, educatori e psicologi. Tutte mancanze che portano all’esasperazione di situazioni già di base difficili e dure da affrontare. Si spera che i politici possano presto tener conto di queste problematiche e tornare a discutere di temi quali Amnistia e Indulto.

CONDIVIDI
Laureata in Letteratura, Musica e Spettacolo, ha studiato Narrativa e Sceneggiatura cine-televisiva. Grande appassionata di libri, film e serie tv. La scrittura, in ogni contesto, è il suo modo preferito per esprimersi, dare forma ai concetti e condividerli con il mondo.