Amnistia e Indulto: Ultime Notizie di oggi 5 giugno 2017

carcere

Anche oggi sono poche le novità per quanto riguarda i provvedimenti di clemenza di amnistia e indulto, visto che, anche la stessa riforma penitenziaria è in fase di stallo. Proprio questo è uno dei motivi che sta spingendo, ancora una volta, la coordinatrice della presidenza del Partito Radicale, Rita Bernardini, ad un severo sciopero della fame, giuto proprio oggi all’undicesimo giorno. Vediamo le maggiori novità su carceri e detenuti ad oggi, 5 guigno 2017.

VISITA AL CARCERE DI PISTOIA

Ieri, alle 18, si son recati a fare visita nel carcere di Pistoia, Rita Bernardini, Manila Michelotti e il candidato sindaco Samuele Bertinelli, e il resoconto su quanto hanno potuto vedere, è stato abbastanza positivo. Si nota infatti, nel carcere di Pistoia, un sostanziale miglioramento delle condizioni di vita carceraria, della struttura e dell’umore dei detenuti. A differenza di qualche anno fa, che il carcere di Pistoia ospitava oltre 140 detenuti, oggi ne ospita soltanto 12. Questo risultato non può essere altro che il frutto di un’ottima gestione, che negli ultimi anni ha visto una concentrazione importante per il carcere.
Sono state promosse iniziative di inserimento lavorativo per i detenuti, iniziative di incontro padre-figlio in carcere, riqualificazione degli spazi verdi del carcere e molto altro. Tutti questi aspetti sono stati fondamentali per far migliorare la situazione carceraria di Pistoia.

LETTERA A RITA BERNARDINI DAL CARCERE DI SANTA MARIA CAPUA VETERE

Un’importante lettera è arrivata a Rita Bernardini da parte dei detenuti del carcere di Santa Maria Capua Vetere che hanno voluto incoraggiare l’esponente dei Radicali e allo stesso tempo raccontare il loro punto di vista rispetto alla vita carceraria degli ultimi tempi. Una lettera molto sentita, che Rita Bernardini ha pubblicato interamente sul suo profilo personale Facebook, promettendo di andare presto a far visita alla Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

IL TESTO DELLA LETTERA

Alla cortese attenzione del comitato radicale per la giustizia Piero Calamandrei via di torre Argentina 76 00186 Roma. Oggetto: Stralcio della riforma ordinamento penitenziario da quella di giustizia.

Noi sottoscritti detenuti presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere le facciamo presente quanto segue eccellentissimo comitato nel ringraziarvi per l’impegno profuso quotidianamente nella giusta causa dei diritti umani della popolazione carceraria delusi dei continui rallentamenti registrati a rincorrer più in questi ultimi tempi in seno al parlamento ed ai relativi tatticismi politici, volti agli assetti dei partiti e coalizioni per l’accaparramento di potere ai fini di gloria personale, stanchi di attendere senza alcun limite la definizione e l’approvazione della riforma della giustizia, uniamo i nostri nomi a tutti quelli che sono già confluiti nel vostro comitato affinché sia sempre maggiore la voce umana e rafforzare quella del comitato radicale nei confronti di chi devi ascoltare e legiferare, rivelandosi, spesso, sordi e insensibili alle legittime richieste di un popolo, magari piccolo, ma non per questo abbandonato al proprio destino.

Tutti possono sbagliare, tutti devono pagare i propri errori, certamente in un paese civile e democratico non si può concepire di non concedere la possibilità di recuperare ed avere l’opportunità una volta espiata la condanna, di integrarsi nuovamente nel tessuto sociale quello sano e pulito per continuare a vivere onestamente e con il lavoro, quindi dare la serenità perduta alle rispettive famiglie nonché a se stessi. Ecco che, una evoluzione del sistema giustizia spesso fallace repressivo può consentire di rigenerare in bene quell’essere Quell’essere umano che per cause aborigine non ha avuto una partenza di vita alquanto felice ed agevole, per un rientro sano e ragionevole nella società civile e renderla quanto più sana possibile.


Non per ultimo, anzi, siamo fermamente vicino alla dottoressa Rita Bernardini per il suo impegno costante ed umano, non abbiamo parole per ringraziarla, augurandoci che il suo sacrificio, possa terminare quanto prima, vedendosi riconosciuti nei fatti gli sforzi e le battaglie dei diritti umani per i detenuti e non solo. Ringraziamo tutto il Partito Radicale, un saluto speciale al compianto Marco Pannella, uomo che meriterà il ricordo di noi tutti fino a quando ci sarà vita terrena. Certi del vostro prosieguo caratterizzato da una volontà encomiabile inviamo un abbraccio di cuore dal profondo dell’anima rendendoci disponibili per qualsiasi Luther Iore modesto contributo per la causa che, con sofferenze da benedizione avete fatto vostra. Saremo grati una visita del Partito Radicale quanto prima e sognando con immensa gioia, perché no, quella di Rita Bernardini. Un plauso doveroso allora regole Emma Bonino che non finisce mai di stupire per la sua tenacia e fermezza vive. Naturalmente vi annunciamo la volontà di iscriverci al partito, con la possibilità di parlarne da vicino per tutto quanto necessario via spettiamo presto.
I detenuti del padiglione Tamigi primo secondo e terzo piano.

 

WindMusicAwards2017

Wind Music Awards 2017: Programma, Scaletta e Cantanti (5 e 6 giugno)

giornata-mondiale-ambiente-2017-5-giugno

Giornata Mondiale dell’Ambiente, 5 giugno 2017: cos’è e cosa fare