Dura polemica da parte di Michele Anzaldi componente del Partito Democratico in commissione Vigilanza contro la Rai dopo l’attentato di Parigi. Il parlamentare infatti accusa attraverso una breve nota come ancora una volta il servizio pubblico abbia bucato la notizia dell’attentato nella capitale francese visto che solo dopo diversi minuti ci sono stati i primi collegamenti mentre le agenzie battevano la notizia già alle 21.15.

IL COMMENTO DI ANZALDI CONTRO LA RAI

Questo il testo della dichiarazione che ha tenuto a fare Anzaldi: “E la Rai, il servizio pubblico, nell’emergenza riesce ancora a stupirci. Canale 5 e Sky stanno seguendo quanto avviene a Parigi, mentre la Rai di 1.700 giornalisti e decine di corrispondenti all’estero né su Rai 1, Rai 2 e Rai 3 ha nulla su quanto accade. Eppure alle 21.15 si sono avuti i primi lanci di agenzia. Dopo le vicende di Charlie Hebdo avevano detto che non si sarebbe più verificata una cosa simile e invece…”.

parigi-attentato-terroristico

I PRECEDENTI DELLA RAI SUGLI ATTENTATI “BUCATI”

Un duro attacco alla Rai da parte del componente della commissione Vigilanza a cui gli stessi dirigenti del servizio pubblico ancora non hanno risposto. Naturalmente la nota è però diventata virale sul web con una serie di commenti da parte degli utenti dei vari social network che riprendono il politico ricordando che nel frattempo Rai News era sul pezzo. Polemiche che di sicuro continueranno nella giornata di domani con la risposta ufficiale della Rai.

CONDIVIDI
Scrivere una passione che poi è diventato un vero e proprio mestiere. Dal 2008 giornalista professionista cerco di raccontare quello che succede nel locale per poi spaziare nel globale, ma sempre considerando i punti fermi che deve avere un abile cronista: mai distaccarsi dalla realtà dei fatti ed essere puntuale e preciso evitando interpretazioni e opinioni.