Continuano ad arrivare notizie da Parigi in merito all’attentato di poche ore fa in cui un auto si è andata a schiantare contro un furgone della polizia facendo partire un incendio. Secondo quanto annunciato dal ministro dell’Interno Gerard Collomb, l’attentatore è morto, ma sarebbe l’unica vittima di questo ennesimo attentato a Parigi.

Morto l’attentatore di Parigi

Fin da subito si è saputo che l’attentatore era stato bloccato e arrestato dalla polizia, ma adesso arriva questa notizia della morte dell’autista di questa auto che è andata a schiantarsi contro la vettura della polizia. Probabilmente sono state le ferite rimediate nell’attacco a causare la morte di quest’uomo che, si dice, fosse schedato come soggetto sospettato di essere radicalizzato.

Armi ed esplosivi a bordo dell’auto

A bordo dell’auto utilizzata per l’attacco che vi abbiamo descritto sembra, stando sempre a quanto riferito dal ministro francese, ci fossero armi ed esplosivi sufficienti a fare una strage e, pertanto, il non aver riportato vittime è già un grande risultato. Ancora una volta sono le forze di polizia a essere bersaglio del terrorismo e ancora una volta, a cose avvenute, l’autore dell’atto terroristico risulta essere un soggetto già finito sotto la lente di ingrandimento delle forze di sicurezza.

CONDIVIDI
Nato ad Aversa (CE) il 22 agosto 1994 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Collaboro con i siti di Content Lab dal 2015 occupandomi di sport, politica e altro.