Baby Gang a Napoli: due ragazzi aggrediti con una catena

Intanto a Napoli sfilano i cittadini, stanchi e sempre più spaventati dall'illegalità.

NAPOLI – La storia si ripete, a meno di ventiquattro ore. E’ di ieri infatti la notizia in un quindicenne malmenato brutalmente – senza motivo – fuori la metropolitana di Napoli. Violenze immotivate che stanno allarmando la città, dove gruppi di baby gang stanno terrorizzando i cittadini.

NAPOLI TERRORIZZATA DALLE BABY GANG

Un nuovo caso risale di violenza risale alla tarda serata di ieri sera. A Pomigliano d’Arco (Napoli) due studenti di 14 e 15 anni sono stati picchiati da una baby gang armata di catena che li ha derubati di un telefonino.  Le vittime, che sono state medicate in ospedale e poi dimesse, si sono subito rivolte ai carabinieri. Identificati immediatamente due dei dieci aggressori, un 15enne e un 14enne, quest’ultimo non imputabile.

Intanto a Napoli sfilano i cittadini, stanchi e sempre più spaventati dall’illegalità ad opera delle baby gang che sta dilagando in città. Chiedono più sicurezza e più controlli i napoletani, che ieri 13 Gennaio in Galleria Umberto, si sono disposti in cerchio con degli ombrelli colorati e degli striscioni.

baby gang

Durante il corteo si è ricordata l’aggressione del ragazzo fuori la metropolitana: “Ieri è toccato a un ragazzo, domani potrebbe essere il turno di un vostro figlio”, ha detto Gennaro Esposito, presidente del Comitato per la quiete pubblica e la vivibilità.