Bologna, Scontri Studenti-Polizia: oggi davanti all’Università di Lettere

bologna-scontri-studenti-polizia

Nuovi scontri tra gli studenti e la polizia a Bologna: dopo i disordini di ieri, anche oggi davanti all’università di lettere in via Zamboni 38 sommosse tra un corteo di studenti e la polizia che ha creato un muro umano in piazza Verdi. Gli studenti hanno annunciato col megafono di avere intenzione di superare piazza Verdi per dirigersi verso via Zamboni, che ospita la sede dell’ateneo felsineo.

Grossi petardi e lanci di bottiglei contro gli agenti hanno provocato il conflitto. Cariche dei poliziotti sui manifestanti, colpiti da manganellate per far disperdere il corteo, che dal suo canto si proteggeva con scudi improvvisati in plexiglass. Il corteo era partito dal Cua, collettivo universitario autonomo, con i manifestanti che sfilavano tenendo in mano uno striscione con scritto “36 libero. Ubertini e Coccia fuori da Bologna”, intendendo il civico 36 di via Zamboni, quello che ospita la biblioteca di lettere che ieri è stata prima occupata e poi sgomberata con la violenza, e poi il rettore e il questore del capoluogo emiliano.

bologna-scontri-polizia-studenti-tornelli

Il bilancio è di quattro studenti fermati dalla polizia e condotti in centrale, potrebbe anche esserci qualche ferito lieve tra i più di cento studenti in corteo oggi. Ancora guerriglia, dunque, a Bologna.

Scritto da Giorgio Billone

Sono nato e vivo a Palermo, dove studio Scienze della Comunicazione. Grande appassionato di cinema e sport, ma senza tralasciare cronaca e televisione. Qualcuno che la sa lunga ha detto: "Una notizia dovrebbe essere come una minigonna su una bella donna. Abbastanza lunga per coprire il soggetto, ma abbastanza breve per essere interessante".

Cosa ne pensi?

0 punti
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Festival Sanremo 2017, Nuove proposte chi vince la Finale?

giustizia-aula-tribunale

Fibronit Broni, Processo Morti per Amianto: Condannati due ex Manager