Carabiniere fa sesso in caserma a Ravenna durante straordinario

Denunciato un appuntato 48enne per aver fatto sesso in caserma durante lo straodinario a Ravenna; al collega ha detto che serviva la testimonianza della donna per un caso.

Sesso caserma carabiniere

Un carabiniere appuntato di 48 anni è stato indagato per aver fatto sesso in caserma durante uno straordinario. La vicenda risale allo scorso 11 Gennaio nella caserma di Ravenna. L’appuntato aveva segnato un’ora in più di straordinario per compiere, appunto, l’atto sessuale con la donna.

Sesso in caserma, escluso la violenza resta la truffa

In un primo momento la donna in questione avrebbe anche esposto denuncia per violenza sessuale, ma secondo altre testimonianze l’ipotesi sarebbe stata scartata in quanto il rapporto sarebbe stato consensuale secondo gli investigatori e secondo l’amica della donna che sarebbe salita con lei in ufficio.

Restano le accuse per truffa e falso ai danni del militare, in quanto oltre ad aver dichiarato il falso sui verbali di servizio avrebbe convinto anche un collega che le due donne erano lì per fornire importanti testimonianze su un caso.

Scritto da Matteo Squillante

Napoletano di nascita, attualmente vivo a Roma. Idealista e sognatore studente di Lettere presso l’Università di Roma Tor Vergata. Osservatore silenzioso e spesso pedante della società attuale. Scrivo di ciò che mi interessa, principalmente politica e temi sociali.
Twitter: @MattSquillante

migranti-morti-turchia-grecia

Nove migranti morti in mare tra Turchia e Grecia: sei erano bambini

Referendum Atac

Referendum ATAC: che cos’è e quando si vota