Chi è Juan Guaidó: nuovo presidente Venezuela

Juan Guaidó si è autoproclamato presidente “pro tempore” sino alle prossime elezioni presidenziali. Intanto aumentano le proteste contro Nicolás Maduro

guaido_presidente_venezuela
Fonte Ansa

Il leader dell’Assemblea Nazionale Juan Guaidó si è autoproclamato presidente “pro tempore” del Venezuela sino alle prossime elezioni presidenziali. Guaidó ha giurato in piazza, davanti ai sostenitori riunitisi a Caracas, lanciando la sua sfida elettorale a Nicolás Maduro, insediatosi da solo due settimane per un secondo mandato presidenziale. Seconda carica presidenziale che tuttavia l’opposizione non ha mai riconosciuto il risultato delle elezioni.

Decine di migliaia le persone hanno ascoltato il capo dell’opposizione e leader dell’Assemblea nazionale giurare sulla costituzione.

È arrivato immediato il riconoscimento ufficiale da parte di Donald Trump: “Nicolas Maduro e il suo regime sono illegittimi, e il popolo del Venezuela ha fatto sentire con coraggio la sua voce chiedendo libertà e rispetto della legge”.

La replica di Maduro

Eletto per la seconda volta presidente del Venezuela, Maduro ha replicato al suo avversario politico affacciandosi dal balcone del palazzo presidenziale di Caracas e ha esclamato: “Siamo la maggioranza, siamo il popolo di Hugo Chavez. Siamo in questo palazzo per volontà popolare, soltanto la gente ci può portare via”.

Il leader venezuelano ha lanciato a sua volta un appello su Twitter: “Il popolo agguerrito e combattente rimanga in allerta, pronto alla mobilitazione per difendere la patria. Nessun colpo di stato, nessun interventismo, il Venezuela vuole la pace”.

La situazione in Venezuela

L’esito della repressione messa in atto dalla polizia e dai militari per fermare le proteste antigovernative in Venezuela parla di 14 morti tra ieri e martedì scorso (9 mercoledì, 5 martedì). Lo riporta l’ong Observatorio Venezolano de Conflictos Sociales y de Provea su Twitter.

Dall’inizio delle proteste contro Nicolas Maduro, lunedì scorso, sono stati 218 i manifestanti arrestati, secondo quanto riporta El Mundo. Il bilancio dei morti rischia di aumentare visto che oggi si temono nuovi scontri.

 

 

Scritto da Veronica Mandalà

Palermitana d'origine, amo scrivere di tutto e osservare la realtà a 360 gradi.

cocaina tamigi londra

Cocaina nelle acque del Tamigi: i pesci del fiume sono a rischio

google news

Google News chiude in Europa per le leggi sul Copyright?