Cina: dispositivo per il riconoscimento facciale rileva il livello di attenzione degli studenti

La scuola media Hangzhou n. 11 ha adottato un sistema in grado di rilevare il livello di attenzione degli alunni

riconoscimento facciale
Fonte: Whatsonweibo.com

Una scuola media cinese, più precisamente l’istituto Hangzhou n.11, ha adottato un metodo particolare per scovare gli studenti poco attenti alle lezioni. Si tratta di un dispositivo per il riconoscimento facciale. Si, avete letto bene. Lo “Smart classroom behavior management system”, questo il nome dell’ultima trovata cinese, permetterà al docente di rilevare il livello di attenzione dei propri alunni.

Come funziona?

Il sistema è stato realizzato dall’azienda Hikvision Digital Technology, uno dei maggiori produttori e fornitori al mondo di telecamere di sicurezza. I ricercatori hanno lavorato per anni al fine di realizzare una tecnologia, basata sull’intelligenza artificiale, in grado di recepire e analizzare le espressioni facciali dei soggetti inquadrati.

“Raccoglie solo le espressioni facciali e le informazioni sul comportamento degli studenti. Può migliorare le interazioni tra insegnanti e studenti”

Il vicepreside della scuola Zhang Guanqu, intervistato dalla rivista cinese The Paper (fonte: Reuters)

Cina riconoscimento facciale
Fonte: DailyMail.com (or: The Paper)

Cosa ne pensano gli studenti?

In realtà non si sa esattamente cosa ne pensino gli studenti. Gli intervistati sono apparsi condizionati dal rigido controllo esercitato, a monte, dai dirigenti della scuola. Le parole di Wang, un ragazzo frequentante la Hangzhou n.11, rivolgendosi ai cronisti di The Paper: 

Sapendo che (la telecamera) mi guarda sono più concentrato sulla lezione e non oso più distrarmi, sfogliare un altro libro o magari chiudere gli occhi.

Secondo quanto riferisce il vicepreside, dopo un mese di sperimentazione, i ragazzi hanno cominciato ad accettare il meccanismo migliorando il proprio andamento scolastico. A ogni rilevamento corrisponde l’attribuzione di un valore. Questo punteggio è trasmesso al docente tramite un monitor. Dunque, in tempo reale, l’insegnante sa esattamente chi, durante la lezione, ha ben pensato di schiacciare un pisolino.

cina riconoscimento facciale


Fonte: Whatsonweibo.com

L’uso eccessivo di sistemi di video sorveglianza ha suscitato molte polemiche. L’abuso di queste tecnologie è in evidente contrasto con la tutela della privacy dei cittadini.

L’elevata densità demografica, caratterizzante la Cina, pone sicuramente dei problemi concernenti la sicurezza (“Cina: polizia utilizza occhiali per il riconoscimento facciale”). Il Governo cinese vede, nell’uso di sistemi di monitoraggio e spionaggio, l’unica via praticabile per arginare la crescente criminalità. Dietro questa esigenza si nasconde anche l’obiettivo di individuare eventuali gruppi sovversivi. Una società, insomma, che sembra non avere scampo dal rigido controllo a cui è sottoposta.

Scritto da Giuseppe Bua

Solutore hobbistico di equazioni con limite differenziale ottimizzato alla numerazione

Naomi Campbell

Buon compleanno Naomi Campbell: oggi compie 48 anni

porta rossa

La Porta Rossa 2: Iniziano le Riprese – Trama e Cast della Serie