Come richiedere il rimborso del trasporto pubblico nel 730

Nuove agevolazioni fiscali in vista per chi usa i mezzi pubblici, nella propria città e fuori. Dal 2018 in fase di dichiarazione dei redditi sarà possibile detrarre le spese per il trasporto pubblico.

Come richiedere trasporto pubblico
Novità 2018, gli abbonamenti per autobus e treni diventano deducibili dal 730

Come richiedere il rimborso del trasporto pubblico? Dal primo gennaio 2018 i pendolari e gli studenti che usano il trasporto pubblico locale, regionale, ed interregionale e fanno l’abbonamento mensile possono richiederei il rimborso della spesa sostenuta fino ad un massimo di 250€

Come richiedere il rimborso del trasporto pubblico?

Il rimborso del trasporto pubblico può essere richiesto da colui che fa la dichiarazione dei redditi anche se non è lui direttamente ad usufruire del servizio, ma è un suo familiare. Ad esempio se un genitore ogni mese sostiene il costo dell’abbonamento per il trasporto pubblico del figlio che va a scuola, può usufruire di questa nuova agevolazione. Ovviamente se il figlio/familiare è a carico del dichiarante.

Se ci sono più fruitori del servizio pubblico nella stessa famiglia, è possibile richiedere il rimborso dell’abbonamento di ogni singolo familiare.

A quanto ammonta la detrazione

E’ possibile detrarre il 19% delle spese sostenute per il trasporto pubblico fino ad un importo massimo di 250€ . E’ molto importante conservare la matrice degli abbonamenti ed il tesserino di riconoscimento abbinato agli stessi, che certifica l’utilizzo del servizio.

Quando si otterrà il rimborso

La richiesta va fatta nella dichiarazione dei redditi del 2019 che racchiude il reddito 2018, per questo bisogna fare attenzione a conservare tutte le matrici degli abbonamenti ed il relativo tesserino di riconoscimento.

In realtà si tratta di un bonus

Questa particolare agevolazione, è in realtà un bonus per chi predilige il trasporto in treno, in autobus o in metro, alla propria macchina ed in questo modo inquina di meno.

Pare poi che con l’approvazione della manovra sulla legge di bilancio da parte del governo, sarà possibile anche avere un altro bonus, i buoni Tpl.

I buoni Tpl

Sono in arrivo per la prima volta in Italia i buoni Tpl sono delle particolari agevolazioni fiscali che permettono di non far concorrere alla formazione del reddito, sia del lavoratore dipendente e sia del datore di lavoro, le spese sostenute per il trasporto pubblico. Il funzionamento dei buoni Tpl è molto simile a quello dei buoni pasto che già sono ben noti.

Imagination

Imagination PowerVR: la nuova GPU supporta fino a 6 display 4K

Salvini Macerata

Sparatoria Macerata le reazioni della Politica, Salvini: “chi spara è criminale”