Buon Compleanno Cristina Comencini: oggi compie 62 anni

Regista, sceneggiatrice e scrittrice italiana, figlia d’arte di Luigi Comencini.

Compleanno Cristina Comencini

 

Cristina Comencini oggi compie 62 anni. La sua filosofia cinematografica è la riscoperta della sessualità e degli affetti. Una regista e sceneggiatrice che ha sempre scavato nel profondo dei suoi personaggi per far sprigionare tutto ciò che c’è nell’anima e nel cuore.

Le sue storie parlano di persone che, con la loro semplicità, catturano l’attenzione e fanno riflettere chi li osserva. Il suo obiettivo è di far emergere i lati peccaminosi, i sogni proibiti di ognuno di noi, senza vergogna e senza pudore.

Compleanno Cristina Comencini: la bigorafia

Figlia d’arte di Luigi Comencini, nel 1978 si laurea in Economia e Commercio alla Sapienza di Roma, ma nel suo DNA scorre sangue cinematografico.

Ormai introdotta in quel mondo, appone la sua firma come co-sceneggiatrice a film come “Il matrimonio di Caterina”, “La storia” e “Quattro storie di donne” diretto da Franco Giraldi.

Il suo debutto alla regia risale al 1988 con il film “Zoo” a cui susseguono svariati successi tra cui “Va’ dove ti porta il cuore”, “Il più bel giorno della mia vita”, “La bestia nel cuorenominato ai Premi Oscar 2006 come miglio film straniero.

Nel 2008 dirige Fabio Volo e Ambra Angiolini in “Bianco e nero”.

Nel 2011 dirige la storia drammatica “Quando la notte”, nel 2015 firma “Latin Lover” e nel 2016 “Qualcosa di nuovo” con Paola Cortellesi e Micaela Ramazzotti.

Non solo regista ma anche scrittrice di romanzi: “Le pagine strappate”, “Passione di famiglia” che ha ottenuto il Premio Rapallo Opera Prima 1992, “Il cappotto del turco” con il quale ha vinto il Premio Nazionale Alghero Donna di Letteratura e Giornalismo 1997 nella sezione narrativa, “L’illusione del bene” con il quale è stata finalista del premio letterario Premio Bergamo nel 2008 e “Essere vivi” che ha vinto il premio Cesare Pavese e Premio Tropea.

A teatro invece esordisce come regista della commedia “Due partite”, scritta di suo pugno e interpretata da Margherita Buy, Isabella Ferrari, Marina Massironi e Valeria Milillo.

Cristina Comencini 3

Impegno sociale della regista

Molto vicina alle varie problematiche legate alle donne e alla parità del genere, il 13 febbraio 2011 ha partecipato alla manifestazione “Se non ora, quando” per il rispetto e la dignità delle donne, dopo il caso Ruby, che ha visto la partecipazione di un milione di donne in parecchie piazze italiane.

Nello stesso anno, il 17 maggio, è intervenuta alla manifestazione a Piazza Navona contro l’omofobia e in favore della proposta di legge per introdurre la componente omofobica come aggravante per i reati di aggressione.

Non ci resta che augurarle Buon Compleanno regina del grande schermo.

 

Scritto da Silvia Pavan

Moglie e mamma. Mi piace scrivere di qualsiasi cosa, non ho un genere preciso. Anzi no, non mi piace scrivere di politica e televisione.
Corro regolarmente tre volte a settimana perché mi piace mangiare e bere bene.

Atac Sciopero 8 giugno

Bus ATAC a fuoco a Roma in Via del Tritone

Maratona di Londra Truffa

Truffa alla Maratona di Londra: un italiano bara sul percorso