Da pratica semi misteriosa a successo planetario: tutti i benefici del praticare Yoga

image001

I meno giovani se lo ricorderanno. C’è stato un tempo, non troppi anni fa, in cui lo Yoga non veniva visto come l’attività cool e glamour che si è soliti descrivere ormai da diversi anni.

C’è stato un periodo in cui i precursori di questa antichissima pratica orientale (si dice risalente a prima del 1000 a.C), venivano visti con una certa diffidenza. Quella che, per intenderci, viene tutt’ora riservata ai giocatori di curling o ai membri di Scientology. Suvvia, si scherza.

Poi, col tempo, si sono superati i primi scetticismi e un numero sempre maggiore di persone, in Italia e nel mondo, ha iniziato a mettersi in gioco con questa serie di pose plastiche e allunghi muscolari prolungati.

Il segreto del successo dello Yoga? I suoi infiniti benefici fisici e mentali. Il principale motivo per cui questa disciplina è ormai diventata una delle attività motorie più praticate del mondo.

Sì, perché che ci crediate o meno, non esiste attività su questo pianeta che non possa facilitata da anche solo cinque minuti di yoga nell’arco dell’intera giornata.

Sapevate che ogni anno il 21 giugno si celebra la giornata mondiale dello yoga? Dopo aver letto l’elenco di tutte le proprietà benefiche c’è il rischio che diventi presto una sorta di “natale” estivo.

Ecco i benefici principali.

  • Aumenta la flessibilità

Come spiegarsi altrimenti tutte quelle pose plastiche ai limiti del contorsionismo?

Per carità, senza arrivare agli esercizi più estremi, già dopo poche lezioni anche i neofiti potranno riscontrare un considerevole aumento della flessibilità muscolare. Non è un caso che la pratica dello yoga venga spesso consigliata a tutte le persone affette da mal di schiena. Praticatelo con costanza e potrete finalmente smettere di considerare il piegarsi per allacciare le scarpe uno “sport estremo”.

  • Rafforza i muscoli

Esistono diverse leggende metropolitane narrate, per fortuna con sempre meno convinzione, da coloro che una lezione di yoga non l’hanno probabilmente neppure mai provata. Una di queste è che lo yoga non sia faticoso, che non si sudi abbastanza e che sia, scusate la citazione, una “roba per ragazze”.

Non ci potrebbe essere nulla di più lontano dalla realtà. Lo yoga porta a uno sviluppo costante della propria forza fisica, in particolar modo andando a simulare muscoli e resistenze, difficilmente allenabili in un contesto più tradizionale “da palestra”.

  • Il mal di testa

Stando agli studi, una corretta e costante pratica dello yoga per almeno tre mesi aiuterebbe a diminuire o addirittura eliminare l’emicrania. Il motivo? Lo stretching e le tecniche di respirazione rilasserebbero tutti quei muscoli della schiena e del collo che sono spesso alla base di molti dei nostri mal di testa.

  • Pancia gonfia

Anche questo fastidiosissimo disturbo, causato prevalentemente dallo stress e dalle cattive abitudini alimentari, verrebbe fortemente arginato dallo yoga.

Il beneficio deriverebbe dalla costante contrazione dell’addome ad ogni respirazione, provocando così una sorta di massaggio che favorirebbe la fuoriuscita dei gas intestinali e una migliore digestione.

Unica indicazione: non provate nessuna delle pose dopo i pasti.

  •  Benefici per la mente

Assolutamente non secondari, anche i molteplici benefici per la psiche.

La combinazione di movimenti e respirazione aiuterebbe a svuotare la testa dai pensieri, aiutando la concentrazione e la riduzione dello stress in generale. Lo yoga pare anche molto indicato per tutti coloro che soffrono di ansia e di attacchi di panico. Uno studio del 2004 pubblicato sul “Giornale di Medicina Alternativa e Complementare” confermerebbe come una pratica costante e continua dello yoga porterebbe a una netta diminuzione dell’ansia, attacchi di panico inclusi.

  • Migliora la vita sessuale

Da ultimo, ma assolutamente non in importanza, lo yoga migliorerebbe anche le performance sessuali. Una ricerca di Harvard pubblicata sul “Giornale di Medicina Sessuale” dimostrerebbe come la pratica di questa disciplina aumenterebbe il desiderio e migliorerebbe in generale la sessualità sia degli uomini che delle donne.

Sarebbe anche un’ottima cura per “anorgasmia”, il disturbo di chi non riesce a provare piacere durante un rapporto sessuale.