Daniele De Rossi lascia la Roma: ecco il motivo

Daniele De Rossi disputerà la sua ultima partità in giallorosso il 26 maggio allo Stadio Olimpico contro il Parma

daniele_de_rossi_lascia_roma

Dopo 18 anni in giallorrosso Daniele De Rossi lascia la Roma a fine stagione e la gara col Parma del 26 maggio allo Stadio Olimpico sarà dunque la sua ultima partita. De Rossi ha ereditato la fascia di capitano da Totti dopo il ritiro dell’ex numero 10 avvenuto nel maggio 2017.

Durante la sua ultima conferenza stampa da giocatore della Roma, De Rossi ha spiegato il motivo di questa sofferta decisione: il club giallorosso non avrebbe mai contattato il capitano per rinnovare il contratto.

ll capitano giallorosso ha dichiarato:

Il fatto che non mi sarebbe stato rinnovato il contratto mi è stato comunicato ieri, ma ho 36 anni e non sono scemo  Ho vissuto nel mondo del calcio: se nessuno ti chiama per ipotizzare il contratto la direzione è quella. Non c’è stato un colloquio, ne avevo parlato un paio di volte con Monchi e mi aveva rassicurato. Io la sensazione ce l’ho sempre avuta. L’ultima volta ho firmato due anni di contratto il giorno dopo che ha smesso Francesco. Io ho sempre parlato poco perché non c’era niente da dire e non volevo creare rumore che potesse distrarre la squadra e tutti quanti. Io ringrazio Guido (Fienga, ndr) per l’offerta e per come mi ha trattato in questi mesi. Voglio ringraziare anche Massara. C’è grande stima reciproca e la sensazione era che potevamo andare avanti da calciatore. Si decidono globalmente, la società è divisa in più parti”. 

E ha chiosato:

C’è una società che deve decidere se puoi o non puoi giocare. Possiamo discutere 10 ore sul fatto che secondo me sarei potuto essere importante per la squadra, anche facendo 5-10-20 presenze non lo so, o nello spogliatoio perché penso di essere importante per loro. La decisione però la deve prendere la società, qualcuno un punto deve metterlo. Il mio rammarico non è quello ma il fatto che ci siamo parlati poco quest’anno, le modalità, un pochino mi è dispiaciuto. Le distanze a volte creano incomprensioni di questo genere e spero che la società migliori in questo perché sono un tifoso della Roma. La società decide chi gioca, l’allenatore decide chi vuole, non posso pretendere diversamente”.

Nessuna idea ancora su dove giocherà, De Rossi si prenderà del tempo per decidere in quale campionato e squadra sarà la prossima stagione: «Io il 27 maggio ho alle 15 un aereo e vado in vacanza. Ho bisogno di passare un po’ di tempo senza pensare a calcio, anche se poi dovrò trovare una squadra. Italia o estero? Non lo so, devo parlare a casa, con me stesso, col mio procuratore, troppa gente dovrò interpellare, vedremo».

Il futuro

Al termine della carriera da giocatore, De Rossi studierà per diventare allenatore: “Fare il dirigente non mi attira particolarmente, ma qui a Roma avrebbe un senso diverso anche se ancora si incide poco. Faccio fare il lavoro sporco a Francesco ed un giorno se cambierò idea lo raggiungerò. È vero che mi accoglierebbero a braccia aperte, ma mi piacerebbe fare un lavoro che vorrei fare. È un percorso lungo e devo studiare tanto per riuscire a realizzarlo.

Le dichiarazioni di Pallotta

Il presidente della Roma James Pallotta ha commentato così l’addio di De Rossi al termine della stagione:

Per 18 anni, Daniele è stato il cuore pulsante dell’AS Roma. (…) Ha sempre incarnato il tifoso romanista sul campo con orgoglio, affermandosi come uno dei migliori centrocampisti d’Europa, a partire dal suo debutto nel 2001 fino a quando ha assunto la responsabilità della fascia da capitano.

Ci commuoveremo tutti quando, contro il Parma, indosserà per l’ultima volta la maglia giallorossa e rispettiamo la decisione di proseguire la sua carriera da calciatore, anche se, a quasi 36 anni, sarà lontano da Roma. A nome di tutta la Società – conclude- voglio ringraziare Daniele per lo straordinario impegno profuso per il Club. Le porte della Roma per lui rimarranno sempre aperte con un nuovo ruolo in qualsiasi momento deciderà di tornare”.

Palermitana d'origine, amo scrivere di tutto e osservare la realtà a 360 gradi.

Conad_rileva_negozi_Auchan_in_Italia

Conad rileva negozi Auchan in Italia: ecco perché

disturbo bipolare

Disturbo Bipolare: cos’è, cura e testimonianze dirette