Facebook: Nuovo Algoritmo Contro il Clickbait

facebook-like-share
Fonte: Facebook

Facebook continua la sua crociata contro lo spam e le fake news. L’obiettivo annunciato sarebbe quello di rendere più ordinato e pulito il social più utilizzato al mondo. Ma come? Attraverso l’introduzione di un nuovo algoritmo che penalizzerà chiunque inviti a mettere la famosa manina col pollice alzato sui propri post, pagine o gruppi.

A partire da questa settimana, spiega la famosa azienda in un post, l’algoritmo del social comincerà a rendere meno visibili quei post che recitino le solite frasi “esca” come: “metti un mi piace se…”  oppure “condividi se...”. Questa tattica è nota come “engagement bait” e mira a sollecitare azioni sui social per farli crescere nel “News Feed“.

Facebook vorrebbe essere più ordinato

Il social reputa i contenuti spam dannosi per la rete perché vanno a oscurare i flussi di condivisione che non si basano su questo sistema. Esistono dei veri e propri gruppi, i “Like for Like, creati per la pubblicizzazione di massa dei post più diversi. Un mezzo di condivisione ritenuto aggressivo che ha spinto gli sviluppatori a introdurre il nuovo algoritmo.

Facebook-likes-box
Fonte: Facebook.com

Ma potrà il nuovo algoritmo sventare un metodo tanto utilizzato?

Il nuovo codice, come qualsiasi aggiornamento, rivelerà la propria funzionalità soltanto una volta impiegato. L’impiego di mezzi per rendere più “pulito” i vari social è un’esigenza che sta crescendo anche in considerazione della spasmodica crescita del numero di utenti. Il controllo delle funzionalità diventa necessario perché le piattaforme non diventino troppo caotiche.

Facebook ha annunciato anche un ulteriore accorgimento. Si tratta dello “Snooze”. Come per WhatsApp e Messenger, anche su Facebook sarà possibile “silenziare” contatti e pagine per un periodo di 30 giorni. Quindi “volume zero” per qualsiasi post che non meriti attenzione. Anche questa novità è sempre in linea con l’idea di ridurre il disturbo da informazioni indesiderate. In pieno stile “Buongiornissimo”, anche Mark Zuckerberg ha deciso di fare una bella pulizia.

Scritto da Giuseppe Bua

Solutore hobbistico di equazioni con limite differenziale ottimizzato alla numerazione

image

Virginia Raggi non si ricandida a sindaco di Roma: lo impone il M5S

Sondaggi Elezioni Catalogna 2018

Sondaggi Elezioni Catalogna 2017: I Partiti al Voto