Femminicidio a Novara, uccide la compagna dopo averlo perdonato

L'uomo era già stato condannato svariate volte per episodi di violenza.

NOVARA – Succede di nuovo, questa volta a Sozzago. Gabriele Lucherini, di quarantasei anni, ha massacrato di botte Sara Pasqual, di quarantacinque anni, nella loro abitazione a due piani in provincia di Novara. L’uomo era già stato in carcere svariate volte per violenza, ma la donna lo aveva riaccolto in casa e, in alcuni casi, anche difeso.

 

UCCIDE LA COMPAGNA MASSACRANDOLA DI BOTTE

Scenari che si ripetono, storie simili che finiscono tutte nello stesso modo. La coppia formata da Lucherini e la Paqual viveva da qualche anno nella casa dove oggi si è consumato il delitto. L’uomo, che ha massacrato di botte la compagna, già in passato era stato condannato per episodi di violenza. Nel 2013 era stato arrestato a seguito di una denuncia della madre dovuta alle ripetute violenze. Successivamente era anche stato condannato a tre mesi per aver aggrediarresto-carabinierito i carabinieri che lo stavano arrestando.

Quest’oggi sono stati i vicini di casa ad avvertire i carabinieri. I due conviventi, con problemi di alcol, avevano passato la notte in stanze separate. Lucherini dopo il delitto ha atteso i carabinieri, che al momento stanno interrogando l’uomo, seguendoli in caserma senza opporre resistenza.