Festival dell’Oriente Milano 2019: Programma, Biglietti, Come Arrivare

Il celebre Festival dell’Oriente che si tiene in tutta Italia a Febbraio 2019 arriverà a Milano, ecco tutte le informazioni necessarie.

festival oriente milano 2019

Anche quest’anno ritorna l’amato Festival dell’Oriente a Milano nei giorni 1-2-3 Febbraio 2019 a FieraMilanoCity, polo fieristico nel cuore della città. Tra balli, cibo tipico e manifestazioni imperdibili c’è la possibilità di venire in contatto con culture orientali e non solo per ampliare la propria conoscenza del mondo. Saranno presenti stand ed espositori da Cina, Tibet, Giappone, Mongolia, India, Sri Lanka, Nepal, Birmania, Vietnam, Corea ma anche da paesi del “Vicino Oriente” e Nord-Africa come Egitto, Libano, Turchia, Tunisia e tanti altri.

Festival dell’Oriente Milano 2019: Programma Completo

Il programma del Festival è lungo e molto dettagliato, saranno molti gli eventi che animeranno l’attesissima manifestazione nei tre giorni di apertura al pubblico. Tra questi sono sicuramente imperdibili i seguenti appuntamenti:

  • Esibizione del Teatro di Marionette di Hanoi
  • Esibizione del celebre mago giapponese Keiichi Iwasaki
  • Gruppo mongolo Khukh Mongol per musica tradizionale orientale
  • Il duo giapponese “duo Nichirinka” che suona esclusivamente strumenti tradizionali
  • Riproduzione di un dojo giapponese
  • Spettacoli teatrali
  • Degustazione di cucina tradizionale e tanto altro

Il cibo al Festival dell’Oriente è sempre un settore ottimamente curato con cuochi da diverse nazionalità che propongono piatti tipici fatti con ingredienti e metodi del tutto tradizionali. Tra le cucine che hanno riscosso più successo nella scorsa edizione c’è quella thailandese, cinese, giapponese, indiana ed egiziana. Ci sarà una particolare area food dove saranno allestiti anche tavoli per consumare i pasti.

Ci sarà un settore dedicato al benessere e alle terapie tradizionali per rilassarsi anche nel viavai dei giorni di fiera. Tra i vari trattamenti sperimentabili in loco e poi nei rispettivi esercizi degli espositori ci sono le terapie olistiche, discipline bionaturali, yoga, ayurvedica, fiori di bach, theta healing e tanto altro.

Festival dell’Oriente Milano 2019: Date, Orari e Biglietti

Come già anticipato il festival si terrà i primi tre giorni di Febbraio, rispettivamente venerdì, sabato e domenica. La location scelta è FieraMilanoCity che ha la possibilità di essere raggiunta in poche fermate di metropolitana dal centro città con la Metropolitana. FieraMilanoCity si trova in prossimità di diverse attrazioni tra cui il nuovo centro commerciale CityLife.

Gli orari saranno per tutti e tre i giorni dalle 10:30 alle 22:30 e sarà possibile comprare i biglietti sia online che in loco alla biglietteria. I prezzi sono i seguenti:

  • 12 euro per un biglietto intero
  • 8 euro biglietto ridotto per bambini dai 5 ai 10 anni ed accompagnatori di diversamente abili
  • Gratuito per i bambini sotto i 5 anni e per i diversamente abili.

Il biglietto è valido per una giornata e si può restare illimitatamente all’interno della fiera per provare i trattamenti orientali oppure per assaggiare cucina tipica.

Fiera dell’Oriente Milano 2019: Come arrivare

In Auto

Per arrivare in auto nella zona della fiera gli organizzatori consigliano di lasciare l’auto ai parcheggi di interscambio e raggiungere agevolmente la fiera con i mezzi pubblici. La fiera si trova in Viale Scarampo

In Metro

La fermata della metropolitana Portello sulla Linea 5 è raggiungibile a pochi passi a piedi dall’ingresso, altrimenti è possibile prendere la Linea 1 fino alla fermata Lotto-Fieramilanocity.

Napoletano di nascita, attualmente vivo a Roma. Idealista e sognatore studente di Lettere presso l’Università di Roma Tor Vergata. Osservatore silenzioso e spesso pedante della società attuale. Scrivo di ciò che mi interessa, principalmente politica e temi sociali.
Twitter: @MattSquillante

Non-mentire

Non mentire: Trama, Cast e Anticipazioni della fiction Mediaset

fedez-paronoia-airlines-cd-2019

Paranoia Airlines di Fedez: critiche sui social e dai colleghi