Fiorella Mannoia a Sanremo 2017: Che sia benedetta

fiorella-mannoia

Attesissimo ritorno al Festival di Sanremo per Fiorella Mannoia, a ben ventinove anni di distanza dalla sua ultima partecipazione. Per l’artista romana si tratta della quinta volta in gara alla popolare kermesse musicale, che segue le precedenti presenze: nel 1981 con “Caffè nero bollente”, nel 1984 con “Come si cambia”, nel 1987 con “Quello che le donne non dicono” e nel 1988 con “Le notti di maggio”.

Il brano selezionato dal direttore artistico Carlo Conti, si intitola “Che sia benedetta” e porta la firma di Erika Mineo, cantautrice meglio conosciuta con le pseudonimo di Amara. Il pezzo accompagnerà la riedizione del suo ultimo disco di inediti “Combattente”, pubblicato lo scorso 4 novembre. Nella sua carriera, Fiorella ha pubblicato sedici album di inediti e realizzando svariati singoli di successo, tra cui “Il tempo non torna più”, “La giostra della memoria”, “I dubbi dell’amore”, “I venti del cuore”, “Oh che sarà”, “Ascolta l’infinito”, Il cielo d’Irlanda”, “L’altra madre”, “Belle speranze”, “L’amore con l’amore si paga”, “Sally”, “Fragile”, “Il re di chi ama troppo”, “Io non ho paura”, “L’amore si odia” con Noemi, “Le parole perdute” e “Perfetti sconosciuti”.

Nata a Roma il 4 aprile del 1954, ha fatto della raffinatezza e dell’interpretazione il suo marchio di fabbrica, che ha contraddistinto da sempre la sua intera produzione discografica. Protagonista della canzone d’autore italiana, sin dagli anni ’70 ha saputo selezionare accuratamente il suo repertorio, cantando pezzi scritti per lei da autori del calibro di: Enrico Ruggeri, Ivano Fossati, Riccardo Cocciante, Francesco De Gregori, Ron, Samuele Bersani, Daniele Silvestri, Vasco Rossi, Luciano Ligabue, Jovanotti, Pino Daniele, Franco Battiato, Giuliano Sangiorgi e Tiziano Ferro.

Il rapporto tra l’artista sessantaduenne ed il Festival di Sanremo non è stato mai stato idilliaco, nonostante due premi della critica, non si è mai classificata oltre l’ottavo posto, ma è giunto il momento del riscatto. Per ascoltare “Che sia benedetta” non ci resta che aspettare il prossimo Festival della canzone italiana, in programma dal 7 all’11 febbraio 2017.

festival-sanremo-2017

Fiorella Mannoia | partecipazioni al Festival

1981: Caffè nero bollente – finalista
1984: Come si cambia – 14º posto
1987: Quello che le donne non dicono – 8º posto e vincitrice del Premio della Critica
1988: Le notti di maggio – 10º posto e vincitrice del Premio della Critica
2017: Che sia benedetta – ???

Fiorella Mannoia | discografia

1983 – Fiorella
1985 – Momento delicato
1986 – Fiorella Mannoia
1988 – Canzoni per parlare
1989 – Di terra e di vento
1990 – La giostra della memoria
1992 – I treni a vapore
1993 – Le canzoni
1994 – Gente comune
1997 – Belle speranze
2001 – Fragile
2006 – Onda tropicale
2008 – Il movimento del dare
2012 – Sud
2016 – Combattente

Scritto da Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica e spettatore interessato di tutto ciò che è intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.