E’ avvenuto l’incontro tra Gabriele Del Grande, il console italiano e il suo avvocato. Ad annunciarlo è stato il ministro degli Esteri Angelino Alfano che ha anche spiegato che il giornalista detenuto in Turchia sta bene, ma sta mettendo in atto il digiuno che aveva già preannunciato nella telefonata di qualche giorno fa con la moglie: digiuno dovuto alla non accettazione della detenzione nelle carceri turche.

GABRIELE DEL GRANDE INCARCERATO IN TURCHIA: ULTIME NEWS

Alfano subito dopo l’incontro ha fatto sapere: “Gabriele ha potuto incontrare da solo il suo avvocato. Ci risulta stia bene. Sta facendo uno sciopero della fame,nutrendosi solo di liquidi. Ho ottenuto dalle autorità turche che abbia l’assistenza di un medico”. Inoltre lo stesso ministro degli esteri ha fatto sapere che prosegue il lavoro diplomatico per portare a una conclusione positiva di una detenzione che in ogni caso ha delle motivazioni che non possono permettere a un reporter di dover restare ancora in carcere.

gabriele-del-grande-giornalista

MOBILITAZIONE PER DEL GRANDE A NAPOLI

Proprio sulla questione Del Grande anche ieri c’era stato l’intervento dell’Alto rappresentante dell’Unione Europea per la politica estera Federica Mogherini che aveva chiesto la liberazione immediata, così come sono diverse le mobilitazioni che si tanno mettendo in moto in Italia tra cui l’ultima organizzata per il prossimo 25 aprile a Napoli quando alle ore 17.30 davanti alla Mehari di Giancarlo Siani al museo Pan in Via Filangieri si terrà un sit-in di protesta organizzato dall’Ordine dei Giornalisti della Campania, da Articolo 21 sezione Campania, dal Sindacato Unitario Giornalisti della Campania, dalla Fondazione Polis e da Libera.

CONDIVIDI
Scrivere una passione che poi è diventato un vero e proprio mestiere. Dal 2008 giornalista professionista cerco di raccontare quello che succede nel locale per poi spaziare nel globale, ma sempre considerando i punti fermi che deve avere un abile cronista: mai distaccarsi dalla realtà dei fatti ed essere puntuale e preciso evitando interpretazioni e opinioni.