Huawei fa il bis di successi quest’anno: dopo il P20 Pro arriva anche il Mate P20 Pro

huawei mate p20 pro

Questo 2018 è stato un anno di grazia per Huawei, casa produttrice di device tecnologici che, in pochissimi anni, è riuscita a diventare una degna concorrente di Apple e Samsung e altri grandi nomi.

Tra i device più interessanti usciti quest’anno, infatti, ci sono due smartphone di questa casa produttrice e, per la precisione, Huawei P20 Pro e, ora, anche il Mate P20 Pro, presentato da poco più di un mese.

Quest’ultimo nato in casa Huawei è ideale soprattutto per chi lavora in mobilità e ha bisogno di un device che sappia essere all’avanguardia e, soprattutto, che abbia una batteria molto duratura. Da questo punto di vista il Mate 20 Pro sembra essere perfettamente in linea con le aspettative e ciò lo rende un device valido alla stregua di prodotti ben più costosi come il nuovo nato di casa Apple, l’iPhone X.

Proprio come questo, il Mate 20 Pro ha il riconoscimento tridimensionale del volto e, soprattutto, ha anche un lettore di impronte che si trova sotto lo schermo, che è curvo ed è da 6,39 pollici. Un concentrato di tecnologia, quindi, che ben si sposa con  il processore Kirin 980 e una batteria da urlo.

Per quel che concerne il comparto fotografico, sul device è montata una tripla fotocamera firmata Leica, che è sinonimo di qualità da sempre. Questa fotocamera permette finanche di scannerizzare un’immagine 3D ed è capace anche di calcolare le calorie di ciò che si mangia, sempre sfruttando questa tecnologia.

Il Mate 20 Pro ha, inoltre, una RAM da 6 GB e ben 128 GB di memoria interna, che si può espandere con delle apposite SD.

Per quel che concerne invece l’altro modello indicato, ossia il Huawei P20 Pro, possiamo dire che anche in questo caso la casa produttrice ha superato le aspettative dei consumatori. Uno schermo da 6.1 pollici, una fotocamera con sensore da 40 megapixel di altissimo livello e un processore Huawei HiSilicon Kirin 970 sono solo alcune delle caratteristiche di questo device molto interessante, che è già rientrato tra quelli più apprezzati dai consumatori, così come dimostrano le vendite. Concludono il quadro, già di per sé ottimo, 6 GB di RAM e una memoria da 128 GB massimo, espandibile con memory card.

A convincere, oltre alle caratteristiche tecniche, anche il prezzo, che è molto più abbordabile rispetto a device che rientrano nella stessa fascia.

Una delle cose che, però, è simile a tutti gli altri smartphone sono i colori. Come fare, quindi, a personalizzare il proprio Huawei P20 Pro? A utilizzare il device sono sia ragazzi che adulti e ciascuno di essi dovrebbe avere la possibilità di avere a propria disposizione un modo per personalizzare il device nella maniera che preferisce. Questo è possibile grazie a servizi come Personalizzalo, che permettono di avere uno smartphone unico che si trasforma in un vero e proprio accessorio che va a rispecchiare la personalità di chi lo possiede.

La personalizzazione delle cover, infatti, dà sempre quel quid in più che serve per rendere lo smartphone in proprio possesso unico nel suo genere. Per questo motivo il numero di persone che si affidano a servizi come questo sono sempre di più e il loro desiderio è quello di avere tra le mani un oggetto unico e in linea con il proprio stile e le proprie esigenze. Un’idea ottima per far uscire dall’anonimato qualsiasi tipo di smartphone, anche un Huawei di ultimissima generazione come i modelli che la casa produttrice ha fatto uscire in questo 2018 che sta per concludersi.

mutuo_prima_casa

Mutuo Prima Casa: ecco come richiederlo nel 2019

cosa è successo ospedale giugliano

Medico obiettore licenziato: ecco cosa è successo all’ospedale di Giugliano