Inchiesta P3: Richiesta di Condanna per Verdini, Carboni, Lombardi e Martino

“Condannate tutti i responsabili della cosiddetta P3”. E’ la richiesta avanzata dai pm della Procura di Roma, Rodolfo Sabelli e Mario Palazzi.

I due pm hanno chiesto diciotto condanne e un’assoluzione. In particolare i pm chiesto di condannare a 9 anni e mezzo l’uomo d’affari Paolo Carboni, 8 anni e mezzo l’ex giudice tributarista Pasquale Lombardi e l’imprenditore Arcangelo Martino e poi 4 anni per il senatore Denis Verdini. Tutti e quattro sono stati accusati dalla Procura capitolina di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e violazione della legge Anselmi sulle società segrete.

magistrati

Le altre richieste di condanna sono state invece adite: un anno per l’ex coordinatore toscano di Forza Italia e attuale deputato Ala Massimo Parisi, il legale rappresentante della società Ste Pierluigi Picerno, il presidente dell’Arpa Sardegna Ignazio Ferraris, l’ex governatore della Sardegna Ugo cappellacci, i prestanome Giuseppe Tomassetti e Maria Laura Scanu Concas. Più alte le pene per l’ex presidente della Cassazione Vincenzo Carbone (5 anni), la prestanome Antonella Tau (3 anni), il presidente di un consorzio Pinello Cossu (2 anni), l’imprenditore Alessandro Fornari (2 anni), l’imprenditore Fabio Porcellini (1 anno e 6 mesi), l’ex segretario per l’economia del Governo Berlusconi Nicola Cosentino (1 anno e 6 mesi), l’ex assessore regionale e attuale sindaco di Pontecagnano Ernesto Sica (1 anno e 6 mesi).

L’unico che la Procura di Roma non ha ritenuto condannabile ed è stato assolto è Marcello Garau dirigente del Comune di Porto Torres. La posizione di Marcello Dell’Utri è invece stata stralciata dal procedimento.

Ultime rivelazioni dei pentiti, Misso: “La Camorra appoggiò Cosentino alle elezioni”

Scritto da Nicola Salati

Scrivere una passione che poi è diventato un vero e proprio mestiere. Dal 2008 giornalista professionista cerco di raccontare quello che succede nel locale per poi spaziare nel globale, ma sempre considerando i punti fermi che deve avere un abile cronista: mai distaccarsi dalla realtà dei fatti ed essere puntuale e preciso evitando interpretazioni e opinioni.

luci-artista-salerno-2016-2017

Luci d’Artista Salerno, è ancora polemica tra De Magistris e De Luca

primario-modena-acido

Modena, Primario Stefano Tondi aggredito con Acido