L’isola dei cani: il film di animazione di Wes Anderson

A maggio arriverà sugli schermi italiani il film di animazione diretto e coprodotto dal regista Wes Anderson ispirato ai film di Akira Kurosawa

L’isola dei cani Wes Anderson
dddddddddd

L’ISOLA DEI CANI – Autore di film di indubbia qualità come Grand Budapest Hotel vincitore di 4 premi Oscar nel 2015 e Moonrise Kingdom (2012), il regista Wes Anderson ritorna all’animazione in stop motion dopo l’esperienza di Fantastic Mr. Fox (2009) con il film l’Isola dei cani ambientato in un futuro 2037 distopico dove uomini e animali antopomorfi convivono.

L’ISOLA DEI CANI: UN FILM DI ANIMAZIONE DISTOPICO AMBIENTATO IN GIAPPONE

Giappone 2037 il sovrappopolamento dei cani e la diffusione dell’influenza canina porta la popolazione della città Megasaki ad una scelta dratica: segregare l’intera popolazione canina su un’isola adibita all’accumulo dei rifiuti.

Il protagonista del film è Atari Kobayashi, un ragazzino dodicenne, che coraggiosamente dirotta un piccolo aroplano raggiungendo l’isola in cerca del suo cane da guardia Spots. Sull’isola fa la conoscenza di un branco di meticci costituito da Capo, Rex, Boss, Duke e King, i quali commossi della devozione del ragazzino nei confronti del suo cane decidono di aiutarlo nella difficile impresa e di difenderlo dagli uomini che gli danno la caccia.

L’ISOLA DEI CANI: AKIRA KUROSAWA L’ISPIRAZIONE DEL FILM BASATO SU UN SOGGETTO ORIGINALE DI WES ANDERSON

A differenza del suo precedente film di animazione, Fantastic Mr. Fox, questa volta Wes Anderson ha realizzato una sceneggiatura originale in collaborazione con Roman Coppola, Jason Schwartzmanne e Kunichi Nomura.
Su affermazione del regista, la principale ispirazione è stata la cinematografia del celebre Akira Kurosawa e delle opere della casa di produzione Rankin/Bass Productions tra cui figura Rudolph the Red-Nosed Reindeer.

Il film è stato girato con la tecnica del stop motion, anche nota come “a passo uno”, che consiste nella realizzazione di sequenze tramite l’utilizzo di una cinepresa che impressiona un fotogramma per volta. Si tratta di una tecnica che richiede un notevole sforzo e molto tempo per la realizzazione di sequenze molto brevi anche di pochi secondi se si pensa che i film tradizionali richiedono nella norma circa 25 fotogrammi al secondo.

rTra i film in stop motion più famosi sicuramente sono da citare Nightmare Before Christmas, La sposa cadavere, Coraline e la porta magica, ParaNorman, Wallace e Gromit e Galline in Fuga.

TRAILER IN LINGUA ITALIANA

TRAILER IN LINGUA ORIGINALE

La versione in lingua originale del film sicuramente sarà più interessante e accattivante di quella in lingua italiana grazie alla presenza di un cast vocale d’eccellenza, infatti tra i doppiatori figurano: Bill Murray, Tilda Swinton, Jeff Goldblum, Edward Norton e Frances McDormand, Scarlett Johansson, Greta Gerwig, Liev Schreiber e Bryan Cranston e Yoko Ono.

L’isola dei cani, che è stato scelto come film d’apertura in concorso al Festival di Berlino 2018, debutterà nelle sale italiane il 17 maggio distribuito dalla 20th Century Fox, mentre negli Stati Uniti il 23 marzo.

Apprendista programmatore informatico, napoletano, amante della cucina, del cinema e delle serie tv e nuotatore dilettante.