Mascherine fai da te in tessuto non tessuto: come fare?

mascherine_fai_da_te_tessuto_non_tessuto

La mascherina fai da te in tessuto non tessuto è una valida alternativa made “in home” e facile da realizzare

Il fai da te è un’ottima alternativa al web in cui impazzano costi assurdi per quanto riguarda le mascherine, al punto tale da richiedere l’intervento dell’Autorità Antitrust. In questi giorni di quarantena, ebbene, in cui si rende necessaria almeno un’uscita settimanale per le necessità primarie, quali spesa alimentare e farmacia, non sono mancate idee talvolta fantasiose volte alla realizzazione di soluzioni disparate per sostituire i dispositivi di protezione individuale. Dalle garze alla carta da forno, dalla pellicola da cucina al tessuto non tessuto, dalla variante con coppa del regino all’assorbente intimo. Insomma, le idee impazzano e i numerosi video tutorial di sicuro non mancano.

In questo caso spiegheremo come realizzare un’efficiente mascherina con il tessuto non tessuto, altrimenti noto come TNT.

La mascherina fai da te TNT

In un approfondimento sull’argomento concernete le mascherine e pubblicato su ANSA Scienza, il presidente della sezione Safety di Assosistema Claudio Galbiati ha spiegato quali caratteristiche devono avere le mascherine per essere efficaci e garantire una certa protezione.

Nel caso specifico, l’esperto ha affermato che le mascherine fai-da-te “non ci proteggono dal Coronavirus, ma possono fungere da barriera verso l’esterno per evitare che chi le indossa diffonda il contagio: in un certo senso imitano le mascherine chirurgiche, ma hanno una funzionalità molto più limitata perché non aderiscono bene al volto e l’aria passa facilmente dai bordi”.

Di fatto, le mascherine chirurgiche sono composte da due o tre strati di tessuto non tessuto in fibre poliestere o polipropilene, che filtrano l’aria in uscita e proteggono ad esempio dalla saliva emessa con tosse o starnuti. Allo stesso modo, aggiunge Galbiati, “le mascherine fai-da-te dovrebbero avere uno strato impermeabile e più strati filtranti di tessuto non tessuto, fatti ad esempio con compresse di garza”.

Perché utilizzare il tessuto non tessuto

Utilizzare il tessuto non tessuto può rivelarsi un’arma vincente per realizzare efficacemente una mascherina ad hoc. Ma in cosa consiste questo materiale? Semplicemente il tnt è un prodotto industriale dotato di due proprietà: il polipropilene e la natura spunbonded al 100%.

Nel primo caso si indica la materia prima dei polimeri usati; nel secondo, invece, si allude alla fusione del polimero, poi forato e pressato per migliorare ulteriormente il tnt e aumentandone, così, l’adattabilità ai settori e agli altri materiali.

Di conseguenza, una mascherina fai da te tessuto non tessuto ha più possibilità di durata. In questo caso, infatti, la si può riutilizzare per una decina di giorni, a patto però di centellinarne l’uso nell’arco di poche uscite settimanali. Oltremodo è permesso un secondo riuso dopo un’attenta sanificazione con alcol al 75%. Le istruzioni per “sanificare le mascherine” sono elencate in modo  sul sito del Ministero della Salute (link qui).

Il materiale

Per realizzare efficientemente una mascherina fai da te tessuto non tessuto occorre reperire i seguenti materiali:

  • Garze in tessuto (il non tessuto 10)
  • Pellicola trasparente
  • Forbici
  • Pinzatrice
  • Elastici

Il video tutorial del procedimento

Il video tutorial mostra il procedimento per realizzare la mascherina fai-da-te tessuto non tessuto.

Palermitana d'origine, amo scrivere di tutto e osservare la realtà a 360 gradi.