Dopo il sostanziale fallimento di Enjoy, a Milano arriva MiMoto, il nuovo servizio di scooter sharing elettrico che si propone di riempire la città dei suoi innovativi veicoli a emissioni zero, creando un business eco sostenibile. MiMoto partirà da settembre grazie all’iniziativa di Alessandro Vincenti, Vittorio Muratori e Gianluca Iorio che hanno trovato i giusti finanziamenti per la loro startup.

Come funzione MiMoto?

Come detto, si partirà a settembre quando numerosi scooter elettrici biposto Askoll di colore giallo inizieranno a essere noleggiati ai cittadini milanesi. Ogni scooter avrà una batteria in grado di garantire ottanta chilometri di autonomia e, ovviamente, sarà dotato di due caschi per i due passeggeri che potrà trasportare. Per mettere in moto il veicolo non sarà necessario ricorrere a chiavi o altri vetusti oggetti, ma basterà una semplice app sul proprio smartphone per iniziare il viaggio.

MiMoto riuscirà dove Enjoy ha fallito?

Il progetto è molto interessante, ma il recente fallimento di Enjoy fa sì che qualche dubbio insorga: infatti, sembra che i milanesi ancora poco siano propensi a questa tipologia di spostamento a cui spesso viene preferito l’uso di mezzi propri o del trasporto pubblico. Molto dipenderà anche dai costi del servizio che dovranno essere abbastanza limitati per vincere la diffidenza delle persone.

CONDIVIDI
Nato ad Aversa (CE) il 22 agosto 1994 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Collaboro con i siti di Content Lab dal 2015 occupandomi di sport, politica e altro.