È morto l’attore Gilberto Idonea

Catania piange il comico Gilberto Idonea, stroncato prematuramente da un infarto.

morto-gilberto-idonea-uomo-cose-belle-sana-taliari-500

E’ morto l’attore catanese Gilberto Idonea stroncato da un infarto all’età di 72 anni.

L’uomo, da tempo malato, era considerato dai più come l’erede di Angelo Musco.

Idonea è riuscito a portare la Sicilia nel mondo, raccontato sulle scene teatrali grandi autori come Verga e Pirandello.

Molti lo ricorderanno come il volto noto di tante fiction come L’onore e il rispetto con Gabriel Garko e Giuseppe Zeno. Lo ricordiamo per La piovra 10 e per il film Malena.

Ha sempre amato la sua città rendendone omaggio ogni volta che ne ha potuto come per esempio nel corso dell’estate manifestazione per il settantesimo anniversario della scomparsa di Angelo Musco quando Idonea ha realizzato uno spettacolo per ricordare e omaggiare il comico catanese.

In una giornata non facile per la città etnea flagellata dal maltempo l’attore comico ha fatto uno scherzo ai suoi cittadini.

In tanti lo ricordano sui social, facebook per primo. Chi ha avuto l’onore di lavorare con lui lo racconta come un uomo ricco di interessi e di passioni che si è sempre speso per i più deboli e a favore della cultura.

L’attore ha sempre portato sul grande e sul piccolo schermo la sua risata contagiosa, quasi un tratto distintivo dell’uomo e dell’attore che non ha mai tentato di staccarsi di dosso la sua natura, il suo essere siciliano doc.

Idonea ha saputo raccontare la Sicilia in tutte le sue sfaccettature, dalla mafia alla corruzione passando per le storie che ti aprono il cuore senza dimenticare di lasciare una bella impronta nei cassetti della memoria. Non a caso in molti definiscono la sua dipartita cone un tassello di storia che smette di esistere, un uomo Idonea che è riuscito a raccontare la storia di tutti quanti riuscendo sempre a strappare un sentimento sia esso di rabbia, di dolore o la sua allegria contaggiosa.

Scritto da Silvestra Sorbera

Silvestra Sorbera, classe 1983, piemontese di origini siciliane, è una giornalista e autrice di racconti e romanzi. Ha pubblicato nel 2009 “La prima indagine del Commissario Livia” e a maggio del 2016 la seconda indagine dal titolo “I fiori rubati” con la casa editrice LazyBOOK.
Nel 2013 ha realizzato la favola per bambini “Simone e la rana”, e il saggio letterario – cinematografico “La forma dell’acqua. Camilleri tra letteratura e fiction”. Nel 2014 pubblica con la casa editrice LazyBOOK i racconti “Vita da sfollati” e a seguire “Sicilia” e “La guerra di Piera” e a dicembre 2016 il romanzo autobiografico “Diario per mio figlio”.
A giugno 2016 con la casa editrice PortoSeguo il romanzo “Sono qui per l’amore”. Nel 2017 pubblica il racconto lungo new adult “Un amore tra gli scogli” e la favola “Simone e la rana. Viaggio nel castello stregato”.

maker_faire_interno

Maker Faire Roma 2018: Eventi e Programma

Zamparini arresti domiciliari

Zamparini agli arresti domiciliari: la decisione del giudice