Morto Luigi Necco: il giornalista che raccontò il Napoli di Maradona

Si è spento al Cardarelli stanotte Luigi Necco, giornalista di 90esimo minuto che ha segnato ricordi indelebili per i napoletani.

Luigi Necco Morto

Muore oggi all’ospedale Cardarelli di Napoli Luigi Necco, giornalista sportivo Rai ricordato per aver raccontato il calcio del Napoli durante gli anni di Maradona. Il giornalista, che avrebbe compiuto 84 anni a maggio, è morto per arresto respiratorio.

Necco era conosciutissimo perchè volto di 90esimo minuto, ma comunque partecipò a tanti altri programmi Rai come “Mi manda raitre”. Coniò alcune espressioni che rimasero nel cuore dei tifosi, nell’anno dello scudetto napoletano, come “Milano chiama e Napoli risponde”.

Nella memoria dei tifosi anche l’intervista a Maradona durante i Mondiali di Calcio in Messico del 1986 sulla “mano de dios”. Necco chiese infatti a Maradona se a segnare fu: “La mano de Dios o la cabeza de Maradona”.

Morte di Necco, il ricordo dei colleghi

A ricordare la sua morte, oltre ai tanti che gli dedicano parole di lutto, anche Antonello Perillo, giornalista Rai che scrive su Twitter: “Addio al grande Luigi #Necco. Per sempre nel cuore della famiglia #Rai e di milioni di telespettatori che non lo dimenticheranno mai”.

Tanti i ringraziamenti da tifosi e personaggi pubblici:

Parole anche di Raffaele Auriemma telecronista tifoso del Napoli:

Scritto da Matteo Squillante

Napoletano di nascita, attualmente vivo a Roma. Idealista e sognatore studente di Lettere presso l’Università di Roma Tor Vergata. Osservatore silenzioso e spesso pedante della società attuale. Scrivo di ciò che mi interessa, principalmente politica e temi sociali.
Twitter: @MattSquillante

Diversity Managment Azienda

Diversity Management: la cultura della diversità redditizia per le aziende

Google

Algoritmo Google Marzo 2018: Cosa Cambia?