Polemica su Amadeus a Sanremo: “Sono stato frainteso”

Il popolare conduttore di casa Rai si scusa per le frasi che hanno indignato molti commentatori e dice di essere stato frainteso. Il caso è scoppiato nella mattinata del 16 Gennaio quando sui social è circolata un’intervista in cui Amadeus parlava di Francesca Sofia Novello, fidanzata di Valentino Rossi, in questi termini:

Scelta per la bellezza, ma anche per la capacità di stare accanto a un grande uomo, stando un passo indietro

Le spiegazioni di Amadeus

In queste parole molti hanno colto una mortificazione del ruolo della donna, ridotta a ragazza immagine e per giunta famosa per l’ombra del compagno. Amadeus ha però replicato:

Quel passo indietro si riferiva alla scelta di Francesca di stare fuori da riflettori che inevitabilmente sono puntati su un campione come Valentino (…) Un’altra ragazza avrebbe forse potuto cavalcare tanta popolarità e invece Francesca ha scelto di essere più discreta, di rimanere più defilata

Servirà questo a fermare le polemiche?

Il rimedio però potrebbe essere peggio del danno: le polemiche non potrebbero spegnersi con queste parole, che comunque lasciano intravedere lo stereotipo della buona moglie che non “approfitta” del successo del partner.

Amadeus ha anche aggiunto che la sua intenzione, in quanto Direttore Artistico, non è quella di ritornare alle vallette di Sanremo, ma di celebrare figure del mondo femminile che hanno una storia da raccontare:

Ognuna di loro porterà sul palco la sua sensibilità, ci saranno momenti di svago, di divertimento, di musica, di leggerezza, ma anche spunti di riflessione sui temi social

In ordine di tempo questa è stata la seconda polemica che si è alzata sulla conduzione di Sanremo, dopo quella dell’esclusione di Rula Jebreal, poi ritrattata. Intanto Amadeus ha ricordato che il ruolo di conduttore di Sanremo non è facile: “è anche questo: ho imparato che bisogna stare attenti a ogni parola”.

Napoletano di nascita, attualmente vivo a Roma. Giornalista pubblicista, mi definisco idealista e sognatore studente di Storia presso l'Università di Roma Tor Vergata. Osservatore silenzioso e spesso pedante della società attuale. Scrivo di ciò che mi interessa: principalmente politica, cinema e temi sociali.