Riapertura 18 maggio, il decreto in pdf

decreto_18_maggio_pdf

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il nuovo decreto per la riapertura delle varie attività dal 18 maggio

È stato firmato il nuovo decreto per ufficializzare la riapertura delle attività in Italia dopo la serrata riunione tenutasi tra il premier Conte e i governatori delle varie Regioni, che chiedevano più flessibilità e maggiori poteri. Per questo, ribadisce il decreto, le Regioni “possono stabilire una diversa data in relazione all’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori”.

Cosa cambia

Fino a martedì 2 giugno saranno consentiti gli spostamenti all’interno della regione senza necessità di autocertificazione, mentre a partire da lunedì 3 ci si potrà muovere liberamente anche fuori dalla propria regione di domicilio o residenza. Inoltre riprenderanno i viaggi sempre dal 3 verso gli Stati dell’Unione Europea e dell’area Schengen, la Gran Bretagna, Andorra e il Principato di Monaco, San Marino e Città del Vaticano. Sussiste il divieto per gli spostamenti verso gli altri Paesi.

Quali attività riaprono

Dal 15 giugno riapriranno cinema e teatri con “posti a sedere preassegnati e distanziati”, mentre per gli spettacoli all’aperto sarà prevista una capienza massima di mille persone, 200 per quelli al chiuso. Infine persiste il divieto di assembramento.

Il testo del decreto

Palermitana d'origine, amo scrivere di tutto e osservare la realtà a 360 gradi.