Sanremo 2018, conduttori Baglioni, Hunziker e Favino

Sanremo 2018

Durante la consueta conferenza stampa che si tiene al Casinò di San Remo, Claudio Baglioni ha ufficializzato la presenza con lui sul palco dell’Ariston di Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino, insieme a tante altre novità, nell’edizione del Festival di Sanremo 2018 che si terrà dal 6 al 10 febbraio.

Parlando della sua idea alla base di questo festival Baglioni dichiara: “Ho pensato al 1968, un’epoca che non si è mai più ripetuta: dopo quell’anno abbiamo cominciato a pensare al futuro in modo triste. Lo slogan del ’68 era ‘L’immaginazione al potere’: mi piace pensare che possa essere riconvertito in ‘L’immaginazione al festival’: ne abbiamo bisogno e siamo portatori di immaginazione”.

Un festival completamente nuovo, dunque, meno televisivo e più artistico. “Speriamo in un 40% di share, ma cerchiamo di superarlo anche” afferma Angelo Teodoli, direttore di Rai1.

I due co-conduttori Hunziker e Favino

Michelle Hunziker si è sin da subito dichiarata “gasatissima” ed emozionata per il suo ruolo nel festival. “Ho scoperto di fare il festival prima attraverso i giornali e poi è arrivata la chiamata di Claudio. Sarà un’esperienza meravigliosa” dichiara la showgirl svizzera.

Dello stesso avviso è Pierfranceco Favino, al suo debutto in veste di conduttore in una manifestazione così importante. “E’ una cosa completamente nuova per me, un nuovo battesimo: sono fan del festival da quando sono bambino, è un cerchio che si chiude” ammette l’attore nel corso della conferenza stampa.

Le novità e gli ospiti

Una delle novità annunciate per Sanremo 2018 sono i 20 cantanti in gara, definiti “seniores”, più 8 nuove proposte. Ancora non è chiaro il sistema di votazione che determinerà la classifica e quindi il vincitore, ma ciò che è certo è che nessuno dei cantanti in gara verrà eliminato.

Per quanto riguarda i cantanti stranieri, Baglioni assicura la presenza di grandi nomi della musica internazionale, ma c’è un vincolo inderogabile per esibirsi sul palco dell’Ariston: “La regola d’ingaggio è che vengano a cantare o a suonare qualcosa che abbia una matrice italiana” puntualizza il direttore artistico nonché conduttore del festival.

Sul fronte ospiti stranieri, non troveranno spazio le star hollywoodiane: “Mi sono detto che se ne poteva fare anche a meno: non corrispondevano alla mia idea di festival” dichiara Baglioni, che aggiunge: “Non credo che il Festival debba ospitare di tutto: tutto quello che si fa deve essere al massimo livello e avere un’intonazione”.

Disoccupazione giovanile calo Istat

Disoccupazione giovanile cala al 32,7% secondo l’Istat

Arresti Ndrangheta Germania

‘Ndrangheta in Germania: 169 arresti di affiliati ai clan