Solo 2: Trama, Cast e Anticipazioni della Fiction Mediaset

Al via questa sera la serie con Marco Bocci e Peppino Mazzotta.

solo

Al via questa sera la seconda stagione della fiction mediaset Solo 2 con Marco Bocci e Peppino Mazzotta (che vedremo anche nei nuovi episodi de Il commissario Montalbano).

Solo 2: Trama della Miniserie

La serie, di sole quattro puntate inizierà esattamente dove si era conclusa la prima stagione. L’agente Solo (Marco Bocci) ha sposato Agata, la figlia del boss Corona, suo fratello Bruno (Peppino Mazzotta) ha scoperto che in realtà il cognato è un poliziotto infiltrato. Prima fa uccidere la compagna ufficiale di Marco e poi fa rapire Agata.

L’agente Solo, per riscattare la fidanzata e anche la morte del figlio che i due aspettavano, vuole salvare la giovane Agata e così, nell’ultima puntata della prima stagione sembra uccidere Bruno ed inoltre finge di uccidere il suo collega Emanuele per scappare con il boss dei Corona che, a questo punto, ha piena fiducia nel genero.

Anticipazioni della Seconda Stagione

Sin dalla prima puntata della seconda stagione scopriremo che Bruno non è morto, anzi è riuscito a salvarsi dal mare agitato nel quale Marco lo aveva lanciato.

Nonostante i vertici della polizia siano stati molto chiari riguardo alle sue possibilità, l’uomo decide di mettersi persino contro lo Stato per di salvare la giovane Agata. Inizia così una vera caccia all’uomo. Marco adesso è braccato senza più nessuna protezione. Da un lato i poliziotti lo cercano e dall’altra parte deve assolutamente evitare che il padre di Agata capisca la verità sul suo passato.

La nuova stagione, come ha dichiarato l’attore umbro protagonsita della fiction, sarà molto più noir rispetto alla prima serie dove si era cercato di far emergere il lato malavitoso della criminalità locale. Adesso, con la seconda stagione, molta rivelanza avranno gli aspetti interiori e gli stati d’animo dei protagonisti in continua lotta tra il bene e il male sempre alla ricerca di giustizia, ognuno a suo modo.

Scritto da Silvestra Sorbera

Silvestra Sorbera, classe 1983, piemontese di origini siciliane, è una giornalista e autrice di racconti e romanzi. Ha pubblicato nel 2009 “La prima indagine del Commissario Livia” e a maggio del 2016 la seconda indagine dal titolo “I fiori rubati” con la casa editrice LazyBOOK.
Nel 2013 ha realizzato la favola per bambini “Simone e la rana”, e il saggio letterario – cinematografico “La forma dell’acqua. Camilleri tra letteratura e fiction”. Nel 2014 pubblica con la casa editrice LazyBOOK i racconti “Vita da sfollati” e a seguire “Sicilia” e “La guerra di Piera” e a dicembre 2016 il romanzo autobiografico “Diario per mio figlio”.
A giugno 2016 con la casa editrice PortoSeguo il romanzo “Sono qui per l’amore”. Nel 2017 pubblica il racconto lungo new adult “Un amore tra gli scogli” e la favola “Simone e la rana. Viaggio nel castello stregato”.

Verona Mozione Anti Aborto

Approvata mozione anti-aborto a Verona: proteste di Non Una di Meno

arrestato_sindaco_riace

Arrestato Mimmo Lucano: bufala sulle intercettazioni