SweatCoin, l’app che ti paga per correre: Cos’è e Come Funziona

Proveniente dalla Russia e diffusasi a macchia d’olio negli Stati Uniti, l’app di fitness è giunta anche in Italia e ora rischia di spopolare

sweatcoin

Correre o camminare e venire anche pagati? Impossibile direte. Invece no. Si può e come. E SweatCoin ne è la prova. La prima app di fitness che ti premia se corri o cammini è giunta anche in Italia. Proveniente dalla Russia, dopo il boom avuto negli Stati Uniti e nel Regno Unito, è destinata a riscuotere grande successo anche qui da noi, un Paese che tradizionalmente ha bisogno di incentivi per tenersi in forma.

Come funziona SweatCoin?

Letteralmente SweatCoin significa “moneta del sudore”, nome che lascia intendere quale sia il meccanismo che regola il funzionamento dell’app: assicurare una ricompensa a chi compie lunghe corse o passeggiate, ripagandolo così degli sforzi sostenuti.

Ogni 1.000 passi l’app consente di guadagnare 0,95 “sweatcoin”, che, successivamente, potranno essere spesi in negozi on-line convenzionati con la piattaforma. Tra i premi è possibile trovare gadget, audiobooks, prodotti per la corsa e tecnologici ma, per ottenere i premi più importanti (si può vincere anche un iPhone XS) occorre guadagnare migliaia di sweatcoin, il che vuol dire decine di milioni di passi.

Per il resto, basta scaricare l’app, avviarla, registrarsi e accendere il GPS per contare i passi.

SweatCoin: i principali limiti riscontrati nell’app

Nessun prodotto, nemmeno il più innovativo, è esente da limiti. E questo accade anche per SweatCoin, nonostante si tratti innegabilmente dell’app del momento. E’ giusto dunque segnalare i principali limiti con cui ci si imbatte nel suo utilizzo:

Innanzitutto, come detto, per monitorare i passi è necessario tenere il GPS acceso, il che potrebbe comportare un consumo elevato in termini di batteria, nonostante l’app fornisca un sistema di risparmio energetico che si avvia automaticamente quando la si avvia. Tenere il GPS acceso, inoltre, costringe a portare con sè il telefono, cosa normalissima se ci si sposta per uscire, ma meno pratica, invece, se si va a correre.

In secondo luogo, esiste un limite pratico al numero di monete che si possono accumulare giornalmente: non è possibile guadagnare più di 5 sweatcoin al giorno. Questo vuol dire che, anche se si camminasse tutto il giorno, sarebbero sempre 5 le monete virtuali ottenute a fine giornata.

In terza analisi, infine, limite abbastanza prevedibile, l’app funziona solo all’aperto: non vengono conteggiati, quindi, i passi compiuti in casa o nel fare il tapis roulant, per evitare fenomeni di hackeraggio del sistema.

terremoti-640×342

Terremoto Avellino Oggi 7 Novembre: Magnitudo e Epicentro

Arrestato fratello di Marco Sau per armi e droga