The Post: trama del film di Spielberg candidato all’Oscar

The Post Spielberg Oscar

I primi mesi del 2018 vedono l’uscita di ben due film del sommo regista Steven Spielberg e SI si tratta di prodotti molto diversi: il primo è un film fantascientifico-distopico, Ready Player One, mentre il secondo è un film storico-biografico, the Post.

The Post si basa su una sceneggiatura di Josh Singer e Liz Hannah, acquisita all’asta nel 2016 dalla produttrice Amy Pascal che ha in seguito affidato la regia a Steven Spielberg, e narra la vicenda dei Pentagon Papers, ben 7000 pagine di documenti top secret che rivelarono nel 1971 l’implicazione in ambito politico e militare degli Stati Uniti d’America  nella guerra del Vietnam.

Il film è un inno alla libertà di stampa e al femminismo, due temi ancora oggi più attuali che mai in un periodo caratterizzzato dalle molestrie contro le donne e dalle minacce alla libera informazione.

The post segna inoltre la ventottesima collaborazione tra Steven Spielberg ed l’ottantacinquenne compositore John Williams autore di numerosissime e celebri colonne sonore tra cui Star Wars, Jurassic World, Indiana Jones, Harry Potter, Mamma ho perso l’aereo, Superman, Lo Squalo.

The post, la trama

E’ la fine degli anni ’60 e Daniel Ellsberg, appaltatore militare civile della compagnia Rand ed ex analista militare del Dipartimento di stato ed ora, scoperto che la Guerra in Vietnam è senza speranza decide di fotocopiare clandesinamente dei rapporti riservati che documentano i progressi sull’andamento del conflitto durante l’amministrazione Truman e che specificano oltre vent’anni di attività clandestine e ammissioni evidenti circa l’esito negativo della guerra.

Daniel Ellsberg decide quindi di far filtrate i documenti ai reporters del New York Times e al Washington Post, due famose testate giornalistiche statunitensi che temono la pubblicazione delle informazioni riservate intimorite dalla possibile reazione in ambito penale  da parte dell’amministrazione Nixon i cui consensi sono fortemente in diminuzione.
La coraggiosa ereditiera del Washington Post, Katharine Graham, e il duro e testardo direttore del giornale Ben Bradlee decidono di pubblicare il materiale e di portare alla luce ciò che le precedenti presidenze ha cercato di occultare mettendo a rischio la loro carriera, il destino dei giornali e la tranquillità delle loro famiglie.

the-post-spielberg

IL CAST

Nel ruolo dei protagonisti ci sono due volti noti che non hanno bisogno di presentazioni: Tom Hanks (Philadelphia, Forrest Gump) alla sua quinta collaborazione con Spielberg questa volta nel ruolo del direttore del Washington Post Ben Bradlee, e Meryl Streep, alla sua prima collaborazione con il regista, nel ruolo dell’ereditiera del giornale Katharine Graham, ruolo che le è valso la nomination all’Oscar come attrice protagonista.

L’attore Bob Odenkirk (Nebraska, Breaking Bad interpreta Ben Bagdikian, l’assistente di redazione del Washington Post  che scopre in Daniel Ellsberg, interpretato da Matthew Rhys, la fonte della fuga dei documenti segreti, che affiderà ad una squadra di giornalisti del giornale, mentre Stuart Bruce Greenwood impersona Robert McNamara, Segretario della Difesa degli Stati Uniti dal durante il periodo della Guerra del Vietnam che fece raccogliere i Pentagon Papers per uno studio sulle strategie e i rapporti del governo degli Stati Uniti con il Vietnam.

IL TRAILER

Il film, candidato all’Oscar come miglior film, esce nelle sale italiane il prossimo 1 febbraio 2018.

Apprendista programmatore informatico, napoletano, amante della cucina, del cinema e delle serie tv e nuotatore dilettante.

Cosa ne pensi?

-1 punti
Upvote Downvote

Total votes: 1

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 1

Downvotes percentage: 100.000000%

FIGC Commissariamento

Risultati Elezioni Figc: i voti dopo i primi scrutini

Pink Floyd Exhibition Roma

Pink Floyd Exhibition a Roma: i sogni di una generazione in mostra al Macro