Festival Cinema Torino 2016, Ma’Rosa film sorpresa del quarto giorno

torino-film-festival

Quarto giorno di Torino Film Festival 2016. Ieri si recupera uno dei film più visti del Festival: The Happiest Day in The Life of Olli Mäki di Juho Kuosmanen, una sorta di “Rocky” finlandese più umile, uno sport-film atipico e un film stilisticamente ambizioso e riuscitissimo.

Altro film da recuperare, sulla scia degli entusiasmi sentiti il giorno precedente, che riempie la sala 3 del Cinema Reposi è il nuovo film di Andrea Molaioli, Slam- Tutto per una ragazza, tratto da un romanzo di Nick Hornby e con Jasmine Trinca e Luca Marinelli nei panni di due genitori-nonni giovanissimi. Piace l’umorismo inglese conformato ai gusti nostrani di questa particolarissima commedia italiana e un applauso riempie la sala.

torino-film-festival-2016

Segue la proiezione dell’israeliano Beyond the Mountain and Hills di Eran Kolirin, buon film e racconto della disgregazione morale di una famiglia perbene.

Ma la vera rivelazione di questo Festival arriva in tarda serata col filippino Ma’Rosa di Brillante Mendoza, bellissimo film neorealista sulla Manila suburbana, che in anteprima stampa riceve un applauso un po’ inaspettato ma meritato.

Torino Film Festival 2016, terzo giorno caotico: la Cronaca