Aggressione Niccolò Bettarini: il pm chiede rito immediato

Sono attualmente in corso le indagini condotte dal pm e dalla Squadra mobile per identificare tutte le persone indagate in concorso per tentato omicidio

niccolò bettarini

Possibile svolta nel caso di Niccolò Bettarini, figlio di Stefano e Simona Ventura. La Procura di Milano vuole chiedere, nelle prossime settimane, il processo con rito immediato per i quattro fermati, accusati di aggressione e tentato omicidio nei confronti di Bettarini Junior.

Il ragazzo era stato aggredito a calci, pugni e coltellate lo scorso 1º luglio davanti alla discoteca ‘Old Fashion’. Sono attualmente in corso le indagini condotte dal pm e dalla Squadra mobile per identificare tutte le persone indagate in concorso per tentato omicidio.

Aggressione Niccolò Bettarini

Dagli accertamenti è emerso che il coltello, usato da Davide Caddeo, il 29enne che era stato anche sottoposto a sorveglianza speciale, sarebbe passato di mano in mano dopo l’aggressione ai danni di Bettarini. Nel frattempo, per la famiglia di Simona Ventura un avvocato dello studio Coppi ha contattato la Procura per seguire da vicino il procedimento.

Inoltre, in Procura è arrivata anche la denuncia relativa ad un’altra aggressione meno grave nella discoteca a fine giugno, ma che non risulta probabilmente connessa a quella dell’1 luglio.

Scritto da Veronica Mandalà

Palermitana d'origine, amo scrivere di tutto e osservare la realtà a 360 gradi.

erdogan

Erdogan controlla il teatro di Stato: scatta la protesta

Mostro di firenze

Mostro di Firenze: una lettera anonima potrebbe riaprire il caso (FOTO)