Buon Compleanno Tim Burton: Carriera e Film

Il genio del “creepy” e il suo inconfondibile universo

Tim-Burton-0

Spegne oggi 60 candeline Timothy Walter Burton, per il pubblico Tim, regista e sceneggiatore tra i più visionari di Hollywood. Nato a Burbank, in California, il 25 Agosto 1958, nel corso della sua carriera ha firmato opere memorabili dall’inconfondibile carattere gotico e fanta – horror.

I PRIMI PASSI NEL MONDO DEL CINEMA

Cresciuto per sua stessa ammissione senza molti amici, sviluppa fin da bambino la passione per la letteratura, il cinema e l’animazione di genere horror. I suoi film preferiti sono soprattutto i cosiddetti B – Movie, pellicole in gran parte sottovalutate dalla critica, come quelle del regista italiano Mario Bava e dell’attore Vincent Price, suo grande idolo.
Proprio all’icona del cinema gotico e horror degli anni ’70 è dedicato “Vincent”, il primo cortometraggio di Tim Burton realizzato all’età di 24 anni in stop motion. Due anni dopo gira “Frankeweenie”, altro corto prodotto dalla Disney che ebbe però scarso successo al punto da spingere la casa di produzione ad interrompere il rapporto col giovane film – maker.
Il successo è solo rimandato; arriverà nel 1985 con il lungometraggio “Pee-wee’s Big Adventure”, commedia a basso budget prodotta dalla Warner Bros che diventa in breve un cult movie e grazie al quale conosce il compositore Danny Elfman, col quale stringerà una proficua e duratura collaborazione.
Tre anni dopo, con “Beetlejuice – Spiritello porcello”, Burton è finalmente libero di mettere in scena quell’immaginario grottesco popolato da freak e mostri che diverrà il suo marchio di fabbrica.

I GRANDI SUCCESSI

Sull’onda dei successi precedenti la Warner Bros gli affida la trasposizione cinematografica di Batman, l’eroe dei fumetti creato da Bob Kane. Nonostante l’enorme riscontro di pubblico ottenuto Burton non perdona alla Warner alcune imposizioni e modifiche alla sceneggiatura impostegli durante la lavorazione, motivo per il quale fonda una sua casa di produzione, la “Tim Burton Productions”, con la quale insieme alla Fox realizza “Edward mani di forbice”, capolavoro che lo porta a stringere il secondo sodalizio artistico, quello con l’attore Johnny Depp.
E’ il periodo più fertile del genio di Burton, durante il quale vedranno la luce altre pellicole memorabili come “Nightmare before Christmas”, “Ed Wood” e “Il mistero di Sleepy Hollow”.

GLI ANNI 2000

Dopo i pareri discordanti ricevuti per i remake dei classici “Il Pianeta delle Scimmie” e “La fabbrica di cioccolato” il regista riprende il rapporto con Walt Disney Pictures. Nel 2010 porta sullo schermo “Alice in Wonderland”, trasposizione del romanzo di Lewis Carroll, e nel 2012 trasforma finalmente in lungometraggio “Frankeweenie”.
Degni di nota anche “Dark Shadows” e “Miss Peregrine – La casa dei ragazzi speciali”, fiabe nere incentrate sulla figura del Vampiro e dei paradossi dello spazio tempo con le convincenti interpretazioni di Eva Green Johnny Depp.

PROGETTI FUTURI

Tim Burton festeggerà il suo sessantesimo compleanno mentre è al lavoro sulla post produzione di Dumbo, trasposizione del classico d’animazione con protagonista l’elefantino volante che debutterà il 29 Marzo del prossimo anno.
Lo passerà probabilmente a Londra, città in cui vive, e il più lontano possibile da Hollywood, dove si reca esclusivamente per lavoro.

gli-uccelli_cinelapsis

Gli uccelli di Hitchcock: Trama e Spiegazione del Film

var champions allenatori

VAR in Champions League: la potranno chiamare anche gli allenatori