Giornata contro la Pedofilia: l’associazione Meter organizza evento a Roma

Le iniziative a Roma per la Giornata dei Bambini vittime della violenza, dello sfruttamento e dell’indifferenza contro la pedofilia. Il tema sarà Impegno Senza Sosta.

meter

“Impegno senza sosta” è il tema della ventiduesima giornata dei bambini vittime della violenza, dello sfuttamento e dell’indifferenza contro la pedofilia.

La giornata dedicata all’iniziativa è, come sempre, il 25 aprile ma, le iniziative si protrarranno fino al 6 maggio.

Anche quest’anno l’associazione Meter, guidata da Don Fortunato Di Noto, parroco avolese ma conociuto in tutta Italia che da anni si occupa dei bambini maltrattati e stuprati ha organizzato l’evento. L’associzione, grazie ai tanti volontari, negli anni è diventata un punto di riferimento per molte famiglie ma non solo, grazie all’intervento del parroco  la polizia postale, negli anni, è riuscita a chiudere tantissimi siti pedopornografici.

L’associaizone da tantisismi anni organizza corsi di formazione, anche per docenti ed è vicina ai bambini che hanno subito molestie ma, nonostante l’impegno, la pedofilia (anche online) è un crimine difficilissimo da debellare e, come afferma don Di Noto “è un crimine contro l’umanità”.

Eventi a chiusura della Settimana contro la Violenza sui Bambini

A chiusura della settimana contro la violenza sui bambini, una delagazione dell’associzione Meter e, quanti vorranno sostenere le iniziazite e le attività di don Fortunato, si recheranno a Roma e in Piazza San Pietro saranno distribuite magliettine e cappellini bianchi e gialli che ormai sono diventati i colori simbolo della lotta alla pedofilia. Così come è entrata nei cuori delle persone comuni la preghiera che vienen recitata in occasione della giornata dei bambini vittime di violenza:

“Donaci, o Signore di servire sempre la promozione dell’amore e del rispetto per i piccoli, tuoi prediletti e suscita servitori amorevoli e responsabili che impediscano gli abusi nella Chiesa e nella Società”

Nonostante gli appelli e la collaborazione di molti, c’è ancora tantissimo da fare, negli anni sono stati tantissimi i messaggi di stima per don Fortunato Di Noto e le onoreficenze ricevute, così come le minacce per un uomo, un prete, che cerca di debellare un male antico che ha radici profonde e che, con l’ausilio di mezzi sempre più tecnologici, mette ogni giorno a rischio tantissimi minori.

Scritto da Silvestra Sorbera

Silvestra Sorbera, classe 1983, piemontese di origini siciliane, è una giornalista e autrice di racconti e romanzi. Ha pubblicato nel 2009 “La prima indagine del Commissario Livia” e a maggio del 2016 la seconda indagine dal titolo “I fiori rubati” con la casa editrice LazyBOOK.
Nel 2013 ha realizzato la favola per bambini “Simone e la rana”, e il saggio letterario – cinematografico “La forma dell’acqua. Camilleri tra letteratura e fiction”. Nel 2014 pubblica con la casa editrice LazyBOOK i racconti “Vita da sfollati” e a seguire “Sicilia” e “La guerra di Piera” e a dicembre 2016 il romanzo autobiografico “Diario per mio figlio”.
A giugno 2016 con la casa editrice PortoSeguo il romanzo “Sono qui per l’amore”. Nel 2017 pubblica il racconto lungo new adult “Un amore tra gli scogli” e la favola “Simone e la rana. Viaggio nel castello stregato”.

Malata Tumore Laureata Ospedale

Donna malata di tumore si laurea in ospedale

terremoto Marche

Terremoto Marche: scossa di magnitudo 4,7 a Muccia