Il Regalo di Alice con Lino Guanciale vince due nastri d’argento

Guanciale e Carnelutti miglior attori secondo la commissione che assegna i Nastri d’Argento.

nastro argento

Lino Guanciale e Valentina Carnelutti vincono il Nastro d’Argento come miglior attore e miglior attrice protagonista per il cortometraggio “Il regalo di Alice”.

Il corto racconta in soli quindici minuti la storia di coppia separata con una bambina piccala. Tutto il corto è raccontato dagli occhi della bambina protagonista che cerca di addolcire l’amarezza che la circonda nonostante due genitori amorevoli.

Momento d’oro per l’attore avezzanese che il prossimo autunno vedremo in rai con ben due fiction. Stiamo parlando de “L’allieva” (serie tv tratta dai romanzi di Alessia Gazzola) con Alessandra Mastronardi, Emmanuele Aia, Dario Aita (il Bernardo di “Questo nostro amore 80”), Francesca Agostini, Martina Stella e Pierpaolo Spollon. E poi nella seconda stagione di “Non dirlo al mio capo” con Venessa Incontrada, Chiara Francini, Sara Zainer e la new entry Aurora Ruffino. Dal primo maggio invece vedremo l’attore al cinema con il film “Arrivano i prof” insieme a Claudio Bisio e Giusy Buscemi.

Gli altri progetti in lavorazione di Lino Guanciale

Le novità non finiscono infatti l’attore è impegnato anche a teatro e sabato sarà ad Ascoli con lo spettacolo “Itaca” dove l’attore interpreta un Ulisse moderno che, come quello della tradizione, deve affrontare il mare aperto e i pericoli per tronare a casa da Penelope e Telemaco ma, nella modernità dei giorni nostri ecco che il “mare da affrotnare” è ben diverso. E’ quello di tutti i giorni e, il novello Ulisse, si farà aiutare nel suo lungo viaggio, da grandi autori della letteratura italiana e straniera.

Sul fronte teatrale le novità non mancano. Questa volta si tratta  dello spettacolo “La classe operaia va in paradiso” che è stato inserito nella quinta edizione del del Premio Hystrio Twister, competizione teatrale che si svolgerà in due fasi. La prima, che si concluderà a fine mese, darà la possibilità al pubblico di votare tre tra gli spettacoli teatrali proposti, la seconda fase, che si concluderà a maggio, decreterà il vincitore di questa edizione 2018.

Scritto da Silvestra Sorbera

Silvestra Sorbera, classe 1983, piemontese di origini siciliane, è una giornalista e autrice di racconti e romanzi. Ha pubblicato nel 2009 “La prima indagine del Commissario Livia” e a maggio del 2016 la seconda indagine dal titolo “I fiori rubati” con la casa editrice LazyBOOK.
Nel 2013 ha realizzato la favola per bambini “Simone e la rana”, e il saggio letterario – cinematografico “La forma dell’acqua. Camilleri tra letteratura e fiction”. Nel 2014 pubblica con la casa editrice LazyBOOK i racconti “Vita da sfollati” e a seguire “Sicilia” e “La guerra di Piera” e a dicembre 2016 il romanzo autobiografico “Diario per mio figlio”.
A giugno 2016 con la casa editrice PortoSeguo il romanzo “Sono qui per l’amore”. Nel 2017 pubblica il racconto lungo new adult “Un amore tra gli scogli” e la favola “Simone e la rana. Viaggio nel castello stregato”.

Oblivion

Oblivion: The Human Jukebox al Teatro della Corte a Genova

Agenzia Entrate Definizione Agevolata

Come accedere alla Definizione Agevolata Equitalia 2018