Killology di Gary Owenal teatro Belli di Roma: ecco le date

Edoardo Purgatori torna in scena in uno spettacolo teatrale assolutamente innovativo.

killology

Al via mertedì  20 Novembre al Teatro Belli di  Roma lo spettacolo teatrale “Killology” di Gary Owen che sarà riproposto anche il: 21,22,23 e 24 di questo mese.

Sul palco, per la regia di Maurizio Mario Pepe troveremo: Stefano Santospago (volto noto di Suburra e di molte ficiton come Caterina e le sue figlie, Il peccato e la vergogna e poi ancora Squadra Antimafia), Emiliano Coltorti e Edoardo Purgatori (volto noto di Un medico in famiglia dove ha interpretato il tatuatore Emiliano Lupi e poi ancora di Tutto può succedere).

Sinossi dello spettacolo

“Non puoi dire a tua madre che le strade sono piene di psicopatici ed è pura fortuna se torni a casa vivo ogni notte.”

Un nuovo, controverso videogame sta influenzando un’intera generazione.
In Killology i giocatori ricevono dei bonus quando torturano le loro vittime e accumulano punti proporzionalmente alla loro creatività sadica. Eppure non è considerato un gioco perverso, perché abilmente commercializzato dal suo creatore multimilionario come un’esperienza etica. Nel gioco si può infatti dare libero sfogo alle fantasie più oscure, ma non sfuggire alle conseguenze.
Non tutti però sono d’accordo con lui.
“C’è una repulsione istintiva nel prendere la vita di un altro essere umano. E questa repulsione può essere conquistata.”

Lo spettacolo rientra all’interno della XVII edizione di “TREND – nuove frontiere della scena britannica” rassegna teatrale a cura di Rodolfo Di Giammarco per il Teatro Belli di Roma.

Nel 2019 ritroveremo poi Edoardo Purgatori con un nuovo spettacolo teatrale The Pass che l’attore ha già messo in scena lo scorso anno con ottimi successi. La storia racconta la vita di due calciatori giovanissimi, appena maggiorenni che si trovano di fronte ad una scelta difficile, quella di capire come e quanto siano disposti a sacrificare se stessi per mantenere un segreto ingombrante. Nonostate tutto dovranno anche pagare lo scotto del successo e capire quanto sono disposti a pagare per ottenerlo.

Scritto da Silvestra Sorbera

Silvestra Sorbera, classe 1983, piemontese di origini siciliane, è una giornalista e autrice di racconti e romanzi. Ha pubblicato nel 2009 “La prima indagine del Commissario Livia” e a maggio del 2016 la seconda indagine dal titolo “I fiori rubati” con la casa editrice LazyBOOK.
Nel 2013 ha realizzato la favola per bambini “Simone e la rana”, e il saggio letterario – cinematografico “La forma dell’acqua. Camilleri tra letteratura e fiction”. Nel 2014 pubblica con la casa editrice LazyBOOK i racconti “Vita da sfollati” e a seguire “Sicilia” e “La guerra di Piera” e a dicembre 2016 il romanzo autobiografico “Diario per mio figlio”.
A giugno 2016 con la casa editrice PortoSeguo il romanzo “Sono qui per l’amore”. Nel 2017 pubblica il racconto lungo new adult “Un amore tra gli scogli” e la favola “Simone e la rana. Viaggio nel castello stregato”.

documentario coldplay cinema

Documentario Coldplay al cinema: ecco dove vederlo

terremoti-640×342

Terremoto Avellino Oggi 7 Novembre: Magnitudo e Epicentro