kobe_bryant_napoli

Spunta Murale di Kobe Bryant a Napoli: ecco l’ultima opera di Jorit

Continua a far rumore la morte di Kobe Bryant, l’ex stella della NBA scomparsa all’età di 41 anni lo scorso 26 gennaio in un incidente d’elicottero avvenuto nei pressi di Los Angeles. Lo street artist Jorit ha omaggiato il campione con un murale apparso in via dell’Erba, zona Montedonzelli, all’Arenella, quartiere di Napoli. Sono rimasti coinvolti nello schianto anche otto persone, tra cui la figlia Gianna Maria Onore Bryant, conosciuta come GiGi, e aveva 13 anni.

Il murale raffigura il volto dell’ex cestista dei Los Angeles Lakers.

Commissioned work#KOBE🎨🏀

Gepostet von Jorit am Mittwoch, 29. Januar 2020

Kobe Bryant Murale Napoli: l’amore per l’Italia

L’Italia è stata sempre nel cuore di Kobe, che ha trascorso parte dell’infanzia a Rieti e non solo, considerato che il papà ex cestiSta ha militato in alcune squadre di basket.

Lo ha ricordato ieri lo stesso presidente della Repubblica Sergio Mattarella:

Tutto il mondo dello sport è rattristato dalla morte di Kobe Bryant. Una tristezza che ha fondamento non solo nelle sue capacità e nella sua popolarità ma anche perché si era formato nel nostro Paese e nelle nostre scuole elementari e medie” ha dichiarato il capo dello stato.

Rapporto speciale quello che il campione  aveva anche con Napoli e in particolare con Capri: spesso Bryant è stato immortalato sull’isola azzurra, non soltanto durante la sua permanenza in Italia negli anni giovanili, ma anche con la famiglia al seguito durante viaggi e vacanze che si concedeva spesso in Italia”.

Palermitana d'origine, amo scrivere di tutto e osservare la realtà a 360 gradi.