Papa Francesco riceve il libro del Parlamento della Legalità

“Peccatori Si, Corrotti Mai” è il nome del libro che oggi è stato consegnato al Papa da Salvatore Sardisco.

parlamento

Le attività del Parlamento Internazionale della legalità non si femano mai. Da ieri mattina anche Papa Francesco, dopo il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha con se il libro “Peccatori Si, Corrotti Mai”, a firma di Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco, rispettivamente presidente e vice presidente del parlamento della legalità internazionale.

A consegnarlo sul sagrato di San Pietro in occasione della udienza generale, è stato Salvatore Sardisco il quale ha presentato il testo al pontefice facendo notare come a pagina 36 vi era proprio la lettera-messaggio di Papa Francesco indirizzata a tutti i componenti del Parlamento della Legalità Internazionale dopo aver fatto arrivare in Vaticano tanti elaborati letterari e artistici che inneggiavano alla pace. Papa Francesco ha sorriso e apprezzato.

Io non c’ero era il primo libro del Parlamento

Questo è il secondo libro prodotto dal Parlamento Internazionale. Il primo, uscito lo scorso maggio, dal titolo Io non c’ero, aveva l’arduo compito di raccontare alla nuova generazione le stragi di mafia. Stragi che i giovani d’oggi conoscono tramite i racocnti dei cari o dai vari documentari così le varie fiction televisive che popolano sulle reti Rai e Mediaset.

l responsabili del parlamento internazionale, pur essendo da sempre un movimento apartitico e apolitico, hanno sempre cercato di essere ben presenti nel territorio italiano e, sono molto apprezzati su tutto lo stivale. Dopo la morte dello showman Fabrizio Frizzi, i responsabili del movimento furono tra i primi a istituire un premio per un uomo che in vita si era speso molto per le iniziative volte alla legalità e alla diffusione di una cultura liberare e alla promozione del coinvolgimento giovanile.

Nel corso dei prossimi mesi saranno tante le attività del Parlamento che, come ogn anno, cercherà di portare avanti quanti più progetti possibili cercando di coinvolgere i ragazzi delle scuole italiane di ogni ordine e grado insieme agli insegnati.

Scritto da Silvestra Sorbera

Silvestra Sorbera, classe 1983, piemontese di origini siciliane, è una giornalista e autrice di racconti e romanzi. Ha pubblicato nel 2009 “La prima indagine del Commissario Livia” e a maggio del 2016 la seconda indagine dal titolo “I fiori rubati” con la casa editrice LazyBOOK.
Nel 2013 ha realizzato la favola per bambini “Simone e la rana”, e il saggio letterario – cinematografico “La forma dell’acqua. Camilleri tra letteratura e fiction”. Nel 2014 pubblica con la casa editrice LazyBOOK i racconti “Vita da sfollati” e a seguire “Sicilia” e “La guerra di Piera” e a dicembre 2016 il romanzo autobiografico “Diario per mio figlio”.
A giugno 2016 con la casa editrice PortoSeguo il romanzo “Sono qui per l’amore”. Nel 2017 pubblica il racconto lungo new adult “Un amore tra gli scogli” e la favola “Simone e la rana. Viaggio nel castello stregato”.

bocci_chiatti

Erre 11: Marco Bocci adatta “A Tor Bella Monaca non piove mai”

portobello clerici anticipazioni

Portobello di Antonella Clerici: novità e anticipazioni